PFW SS 2023: Isabel Marant e il suo omaggio alle controculture degli anni ’90

Isabel Marant mette la sua firma sulla settimana della moda maschile della Ville lumière con una collezione young e cool

L’uomo di Isabel Marant non ha perso nulla del suo spirito rock o della sua nonchalance. Per la sua nuova collezione, intitolata “A bond of Brotherhood”, in italiano vincolo di fratellanza, la designer parigina rende omaggio alle controculture tipiche degli anni ‘90. 

Per celebrare la moda e la musica, il 21 giugno, sera del solstizio d’estate, la stilista ha organizzato un dj set lungo le rive della Senna, sia in occasione dell’uscita della nuova collezione Uomo Primavera/Estate 2023 sia di una delle feste più amate da tutti i francesi, quella della musica.

La collezione prende vita in un’ambientazione cruda e desolata alla periferia di Parigi, dove risuona la playlist della stagione. Tutto viene presentato attraverso un video che affida i look ad una telecamera che ruota a 360° attorno ai modelli, che sono seduti su motociclette tipiche degli anni ’70 o sdraiati a terra su un telo griffato. Isabel Marant mette così la sua firma sulla settimana della moda maschile della Ville lumière con una collezione young e cool come nel Dna del marchio fondato dalla stilista francese.

I trend del momento secondo Isabel Marant

I modelli indossano capi dalle variazioni bleached, lilla e acid washed del denim dalla vestibilità over che ricordano gli anni ’90 e i loro generi musicali prevalenti. I tessuti tie-dye e le sovrapposizioni di righe e motivi ricordano invece le firme del Grunge, mentre i colori neon e gli articoli di abbigliamento sportivo con dettagli grafici evocano i club techno. Insomma, c’è un ritorno in senso stretto di tutto il mondo anni ‘90, che piano piano sta tornando sempre di più nei guardaroba di tutti noi. 

Pantaloni khaki si abbinano a maglie orange tra righe e motivi floreali stilizzati, bomber e cappellini diventano un accessorio irrinunciabile. Il logo Marant decora le felpe. Le scarpe spaziano tra sneakers e sandali intrecciati. I tagli dritti danno vita a volumi più morbidi, emblematici dall’abbigliamento da lavoro e dalla cultura dello skateboard. I pantaloni tascabili scoprono nuove lunghezze, maglioni, sovracamicie e felpe con logo si annodano in vita, top e bottom in stampe abbinate, blocchi di colore o tessuti si trasformano in uniformi.

La celebrazione della moda e della musica in un evento unico

In occasione dell’uscita della collezione, Marant ha arruolato i dj Agathe Mougin, Pongo, Cerrone e Dustin, coinvolgendo il pubblico in una serata di danze sulle rive della Senna. Il 21 giugno di ogni anno, infatti, la Francia celebra la Fête de la Musique, appuntamento annuale che anima la città di Parigi, offrendo gratuitamente ai cittadini e ai turisti il meglio della musica internazionale senza preconcetti o restrizioni in termini di proposte musicali o generi proposti.

di Sara Buzzoni

Lascia un commento

Your email address will not be published.