Maison Margiela SS 2021: un film diretto da Nick Knight

7 Ottobre 2020 • Fashion

Maison Margiela SS 2021

Il direttore creativo di Maison Margiela, John Galliano, ha presentato la Spring/Summer 2021 con un video intitolato S.W.A.L.K II, girato in Toscana, e diretto da Nick Knight. La sua principale ispirazione per questa collezione deriva dal ballo del tango e dai suoi dettagli, ma soprattutto cela le sue radici nel bisogno che si è intensamente ramificato in questi mesi di interdipendenza e intimità che ha segnato questo periodo di isolamento. La collezione è costruita attraverso i colori tradizionali di questa danza: nero, rosso, bianco e grigio.

Il concetto della sfilata

Il film appare come un vero e proprio tango, travolgente ed armonioso, basato sulla connettività dell’interdipendenza, rivalutata in tempi di separazione, sul concetto di fare affidamento l’uno sull’altro; il tutto coagulato in una danza continua dove i sussurri  del passato incontrano il presente scivolando nel futuro. Maison Margiela balla ad un dolce ritmo insieme ai suoi modelli, e il direttore creativo John Galliano racconta e spiega come ha reinterpretato i tratti distintivi dello stile di questa danza per la sua collezione, cercando di infondere quel senso di catarsi e rinascita percepito attraverso il ballo.

Non è una novità per Maison Margiela l’artistico atto del decostruzionismo, aspetto che si nota anche in questa sfilata. I pezzi creati con l’etichetta Recicla, che denota l’upcycling di autentici reperti vintage attraverso processi di restauro e trasformazione, sperimentano l’idea di “capi storici” trasformati in silhouette completamente nuove che rivelano gli strati della loro nuova  costruzione. La collezione esprime accettazione, annuncio ad un nuovo inizio, e soprattutto un invito al cambiamento.

Galliano si ispira inoltre alla tradizione neoclassica della scultura in marmo velato: sono presenti  infatti nella collezione abiti in mussola e tulle, creati con il circular cutting, che evocano l’effetto wet look, e copricapi che coprono il viso. Ed è con questo film che la sfilata rivela uno spiraglio nascosto per avvicinare lo sguardo all’interno dell’universo di Maison Margiela.

 

di Arianna Virginia Bezza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *