Chanel Spring/Summer 2021: da Hollywood a Parigi

7 Ottobre 2020 • Fashion

Chanel Spring/Summer 2021

Per la Spring/Summer 2021 Chanel ha debuttato con una diretta trasmessa in streaming al Grand Palais di Parigi martedì 6 ottobre. La sfilata di Chanel è sempre stata la più emozionante e commovente, non solo della settimana della moda parigina, ma dell’intero mese di sfilate. Quest’anno le cose sono andate diversamente, e il direttore artistico Virginie Viard erede di Karl Lagerfeld, ha immaginato un set in stile Hollywood proiettandoci direttamente negli anni Sessanta e presentando ad un pubblico selezionato e distanziato.

Il video di presentazione e le muse

Il giorno prima della sfilata, Chanel ha lanciato un video teaser della durata di 1 minuto e 46 secondi in cui rappresentava un mini-film in bianco e nero diretto dai fotografi Inez & Vinoodh, che hanno mescolato immagini famose di alcuni film hollywoodiani a vedute delle città di Los Angeles e Parigi. Cinque sono state le muse francesi e i film che hanno ispirato la collezione: Patricia del film Fino all’Ultimo Respiro (1960); Angela di La Donna è Donna (1961); Camille, interpretata da Brigitte Bardot nel film Il Disprezzo (1963); Marianne in Il bandito delle 11 (1965) e Marianne interpretata da Romy Schneider in La Piscina (1969).

La location della sfilata era composta da sei lettere imponenti e bianche, come la scritta di Hollywood, le quali recitavano il nome del marchio illuminato da luci al neon. Mentre la passerella dipinta di bianco è stata un inno alla semplicità.

Una collezione tra tradizione e rinnovamento

Per la Spring/Summer 2021 la stilista Virginie Viard alterna pantaloni e jeans a bermuda, gonne corte e giacche in tweed, icone della maison riviste con delle proporzioni over. Anche l’abito in tweed è stato convertito in pantaloncini o miniabiti.

Il denim rosa è stato una sorpresa: abbinato ad una brassière nera, ad un mantello trasparente e a una mini-borsa Chanel. Una rivoluzione del classico stile Chanel, anche se non sono mancati modelli tradizionali come i pantaloni alla marinara dal taglio perfetto e i tipici colori del bianco e del nero, poi piume striscianti di chiffon, giacche rosa e borse trapuntate. Infine, abiti lunghi fino al pavimento con scollo asimmetrico abbinati agli iconici tacchi sandali slingback e reggiseni a vista.

Gli accessori hanno avuto un ruolo importante, come le fasce per capelli con il logo CC, cinture in cristallo luccicanti e giovanili, una catena tempestata di perle e strass, girocolli di perle e le mini-borse. La designer ha realizzato tutto ciò che una starlet moderna potrebbe desiderare nel suo guardaroba: dai jeans a gambe larghe portati con una maglietta bianca ad una serie di abiti eleganti.

La stilista Virginie Viard ha affermato “questa collezione è un omaggio alle muse della casa (…). Stavo pensando alle attrici sul red carpet, quel momento in cui vengono chiamate dai fotografi: i loro volti un po’ distratti, il loro atteggiamento un po’ fuori sincrono con gli abiti che indossano”.  È la rievocazione di un sogno che si confonde tra cinema e moda, e racconta di atmosfere glamour, gusto giovanile e sensualità naturale.

 

di Aureliana Santinato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *