S-coprirsi di maglieria, il knitwear Fall/Winter 2022-2023

Calda, soffice, indispensabile per la stagione fredda: ecco la nuova maglieria secondo gli stilisti

Chi non ha il ricordo della propria nonna intenta a sferruzzare, impazienti di sapere cosa sarebbe venuto fuori da quel gomitolo? L’effetto sorpresa di un’arte così antica, nonché la prima sperimentata dall’uomo per potersi coprire, continua a stupire sulle passerelle della stagione Autunno/Inverno 2022.

Ci sono brand che della categoria knitwear ne hanno fatto la loro firma, come gli italiani Missoni e la francese Sonia Rykiel, dalle trame zig-zag dei primi e le righe dell’ultima, non sono solo le lavorazioni ad evolversi ma soprattutto le linee dei modelli. Questa stagione, la maglieria ha sfilato in una veste tutta nuova!

Gli stilisti hanno pensato alla maglieria non solo come alla sua imprescindibile necessità in questa stagione, ma anche a qualcosa di più lussuoso e che possa adattarsi allo stile della donna che la sceglie. C’è chi è riuscito a renderla seducente e al tempo stesso estremamente calda e confortevole, come le proposte di Alberta Ferretti, che la accosta alla pelliccia e le dona volume con frange e accostamenti di colore.

Hermès usa la tecnica del soft brush per minidress succinti da cavallerizze moderne e Isabel Marant ne aumenta il volume richiamato anche negli iconici stivali scivolati sulla gamba.

La maglieria che scopre

Meno calda ma certamente sexy la proposta cropped di AndreAdamo in total white che ci rimanda alla collab Gucci-Adidas e al look da passerella con tuta in maglia vedo non vedo. Ecco che la maglieria prende spunto da un altro genere di intreccio, sembra pizzo ma non è, quello del mini dress di Ermanno Scervino presentato con lunghi guanti abbinati e combat boots. 

Fedeli alla nonna

Se anche vostra nonna diceva che era meglio sudare che tossire e le siete fedeli, prendete spunto dai brand che optano per look total knit da capo a piedi. In passerella da Dsquared2 un look due in uno dal gusto Navajo multicolor e cappellino a costa larga; Louis Vuitton ha dei richiami settecenteschi con le sue forme over su abiti in lavorazione bouclè abbinati a maglioni dolcevita; collo scelto anche da Philosophy di Lorenzo Serafini, con righe bianco e nere su shorts in vinile, e anche da Max Mara per la sua maglia optical, entrambi i look un po’ Mercoledì Addams, appena tornata sui nostri schermi ad ispirarci ancora una volta.

Resta a voi la scelta, che sia fatta per necessità o per stile, certi che nonna capirà!

di Pamela Romano

Lascia un commento

Your email address will not be published.