L’immensità di Penélope Cruz

Trent’anni di carriera, costellata da numerosi successi e premi. Penélope Cruz si conferma tra le attrici più amate del suo tempo

Protagonista a Venezia 79, in concorso con due film

Non avrà vinto per il secondo anno di seguito la Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile, ma anche durante questa edizione della Mostra del Cinema di Venezia Penélope Cruz ha portato sul grande schermo il personaggio complesso e commovente di una mamma.

L’anno scorso l’attrice spagnola era Janis in “Madres paralelas” di Pedro Almodóvar, mentre nel film presentato a Venezia 79 dà voce e corpo al personaggio ispirato alla vera madre del regista che l’ha diretta; “L’immensità” di Emanuele Crialese, infatti, si basa sull’infanzia di quest’ultimo, nato biologicamente femmina. Cruz è Clara, intrappolata in un matrimonio violento, decisa a difendere la libertà della figlia, che vorrebbe essere un maschio, nella Roma degli anni ’70.

Ma l’attrice non ha partecipato al concorso solo con questa pellicola; è, infatti, anche tra i protagonisti di “En los márgenes” (“On the fringe”) di Juan Diego Botto, presentato nella sezione Orizzonti. La storia segue le vicende dell’avvocato Rafael nella Spagna della crisi immobiliare e della recessione; tra gli incontri che il professionista fa nella sua vita c’è quello di Azucena/Penélope Cruz, madre di un bambino piccolo, che è impossibilitata a pagare l’affitto e per questo sta per essere sfrattata.

Penélope Cruz: nel futuro della diva iconica

Sempre elegantissima. Sul red carpet del Lido di Venezia, l’attrice si è presentata prima con un abito Chanel in pizzo rosa e nero e poi un look alla Audrey Hepburn: vestito nero e capelli raccolti in uno chignon e con la sua inconfondibile frangia. Inoltre, ha anche sfoggiato uno stile boho grazie a un abito vintage bianco a balze Dolce e Gabbana e maxi orecchini.

Conclusasi la Mostra del Cinema, tra i progetti futuri della diva spagnola compare il film “Ferrari” (regia di Michael Mann), biografia di Enzo Ferrari, fondatore della casa automobilistica che porta il suo nome, in cui la Cruz interpreta la moglie Laura; nei panni dell’imprenditore, invece, Adam Driver. Nel cast anche Patrick Dempsey nel ruolo del pilota Piero Taruffi.

Trent’anni di carriera, costellata da numerosi successi e premi. Penélope Cruz si conferma tra le attrici più amate del suo tempo, merito del talento e della bellezza che l’hanno da sempre contraddistinta e dei registi che l’hanno voluta per i propri lavori, tra cui Pedro Almodóvar, Woody Allen e Sergio Castellitto. Una diva, un’icona, in una sola parola: immensa.

di Maria Giulia Gatti

Lascia un commento

Your email address will not be published.