ll Planetario di Torino non si ferma

22 Aprile 2020 • Art, Lifestyle

ll Planetario di Torino dà vita al canale virtuale Infini.to@home

Si dice che chi si ferma è perduto, ma in un momento dove molti sono fermi, se si è in pochi ad avere grandi iniziative, allora quelle varranno ancora di più. Ed è con questo spirito positivo che il Planetario di Torino, Museo dell’Astronomia e dello Spazio ha dato vita ad un progetto chiamato Infini.to@home.

Infini.to@home è un messaggio forte e chiaro che il Planetario di Torino, Museo dell’Astronomia e dello Spazio vuole lanciare. È naturale che in questo periodo così delicato il Museo ha dovuto seguire delle linee di guida precauzionali come la chiusura delle aree dello stesso Planetario, ma se a volte non si può agire, non è detto che non si possa meglio pensare e dare frutto ad idee geniali.

Questo è il caso del Planetario Torinese, che dà vita ad Infini.to@home, un canale virtuale, il cui pubblico e target non ha distinzioni; è infatti rivolto a chiunque, adulti, bambini e ragazzi. Infini.to è un modo per sentirsi vicini anche quando bisogna mantenere le distanze. A volte è proprio mantenendo le distanze però, che vengono sollecitate le nostre menti, ed è proprio spesso in casi d’emergenza che nascono progetti geniali e profondi, d’aiuto a molti e d’ispirazione a tutti.

Infini.to@home – Racconti del cielo

Infini.to@home – Racconti del cielo, un canale virtuale senza biglietto d’ingresso, senza pretese ma con molto altruismo e dedizione raccolti al suo interno. Dentro ad Infini.to@home possiamo trovare alcuni brillanti racconti sul cielo notturno, tutti realizzati con l’utilizzo di software come Celestia e Stellarium, scaricabili gratuitamente e utilizzabili anche dalle proprie case. In un momento delicato, dove i balconi di tutti noi sono diventati delle vie di fuga dalla routine casalinga, nonché degli osservatori a tutto tondo, possono valere ancora di più grazie all’iniziativa del Planetario di Torino.

Nel canale virtuale infatti, troviamo sempre aggiornati i nuovi progetti e le nuove ricerche sull’Universo compiute dagli esperti e ricercatori. Cosa ci può essere di più interessante di qualcuno che ci spieghi “in parole povere”, fenomeni complicati dietro ai quali si celano anni di studio. Cosa c’è di più utile di uno spazio dove la nostra cultura può farsi più ricca, tutto grazie all’aiuto gratuito di professionisti che mettono al nostro servizio conoscenza e sapere?

Andare a spasso a caccia di pianeti oggi è diventato un hobby per tutti grazie all’iniziativa del Planetario di Torino; anche i bambini possono dilettarsi nel cercare di “mettere ordine” nell’Universo giocando con l’app e cimentandosi in attività divertenti, ma soprattutto utili. Grazie ad Infini.to@home – Kids infatti, viene data ai più piccoli la possibilità di capire che, a volte, fermarsi serve solo a ripartire, più curiosi e ricchi di prima.

 

di Sara Steccanella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *