Porsche Design Huawei Mate 20 Rs: il futuro dello smartphone

2 dicembre 2018 • Hi-tech, Lifestyle

Dalla collaborazione tra Huawei e Porsche Design nasce uno smartphone lussuoso ed ultra tecnologico

Per il quarto modello della serie Mate 20, Huawei avvia una collaborazione con Porsche Design, spalancando le porte sul futuro degli smartphone. Tecnologie che non solo diventano sempre più performanti, ma che si trasformano in vere e proprie esperienze sensoriali.

Huawei Mate 20 Rs, un’intelligenza artificiale di ultima generazione

Immaginate uno smartphone che possa guidarvi a scoprire i luoghi che visitate; un’enciclopedia intelligente, capace di farvi vedere la realtà con occhi nuovi. Grazie ad EMUI 9.0, intelligenza artificiale integrata nei modelli Huawei Mate 20, quella che sembrava fantascienza oggi è realtà. Ad assicurarne il funzionamento, il nuovo kirin 980, uno dei chipset più potenti al mondo.

Questa tecnologia garantisce un perfetto equilibrio tra prestazioni di alto livello ed efficienza energetica, con durata superiore ad un giorno di utilizzo intensivo. L’intelligenza artificiale permette inoltre di sbloccare il telefono con un semplice riconoscimento facciale 3D, possibile tramite mappatura del viso con punti a infrarossi. L’utente potrà così essere identificato in meno di 600 ms, anche in caso di totale oscurità.

Huawei: tre fotocamere in un solo smartphone

La presenza di una tripla fotocamera è senza dubbio la caratteristica di Huawei Mate 20 che salta immediatamente all’occhio. Per ottenere inquadrature diverse senza bisogno di ottiche ingombranti, il modello dispone di una fotocamera con sensore RGB da 40 MP, una fotocamera da 20 MP con obiettivi ultra grandangolari Leica ed una con teleobiettivo da 8 MP. Tra le novità da sperimentare, la modalità macro-foto, che permette di ottenere una messa a fuoco precisa anche a soli 2,5 cm dal soggetto.

Un design ispirato all’auto-icona del lusso

Porsche Design Huawei Mate 20 Rs si ispira alle linee che hanno reso celebre la casa automobilistica Porsche. Sul retro, i dettagli in vetro e vera pelle, lavorata a mano, rimandano infatti alle finiture delle auto da corsa. Il risultato è un prodotto lussuoso in cui la scelta dei materiali, estremamente piacevoli al tatto, uniti all’eleganza delle forme, crea un connubio raffinato ed interessante.

 

di Vittoria Ferrero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *