Luisa Beccaria omaggia la bellezza nella collezione PE 2020

20 Settembre 2019 • Fashion

Anche quest’anno, puntuale come ogni settembre, Milano accoglie una delle settimane più in voga e glamour dell’anno, la Milano Fashion Week, per presentare le prossime collezioni Spring/Summer 2020. La città, fino al prossimo 23 Settembre, si anima ospitando addetti ai lavori, celebs, ma anche curiosi che fanno dei veri e propri appostamenti all’esterno delle location, nella speranza di farsi fare qualche scatto o incontrare il proprio idolo.

Potrebbe essere un qualsiasi pomeriggio settembrino, dove il sole splende ancora; e cosa c’è di meglio di una partita di badminton in un suggestivo parco in centro a Milano, utilizzando una rete di pizzo? Questo è ciò che deve essere balzato nelle menti di Luisa Beccaria e sua figlia Lucilla, suo braccio destro dal 2006, quando hanno scelto la location per presentare la prossima collezione Spring/Summer 2020.

Luisa Beccaria e il suo omaggio alla bellezza

Per la prossima collezione Primavera/Estate 2020, Luisa Beccaria ha pensato di valorizzare ancora una volta la figura femminile non soffermandosi su canoni estetici troppo rigidi, bensì coinvolgendo diverse fisicità e dimostrando che una donna può far tutto anche in abito da sera. In questo caso le modelle hanno provato persino a destreggiarsi nel lanciare i volani. Rimanendo sempre fedele alla sua linea stilistica pulita e romantica, la designer, innata sognatrice milanese, ha espresso tutte queste caratteristiche nei capi proposti, non tralasciando mai quella allure senza tempo che coltiva sin da bambina.

Praticità fa rima con Poesia

“Siamo sempre alla ricerca di leggerezza e, soprattutto da quando ci incontriamo anche sulla linea Haute Couture, per l’easy-to-wear puntiamo a look diurni che aspirano alla semplicità”. Con queste parole Luisa Beccaria nel backstage del défilé ha spiegato la sua collezione. Nel prato si è creata un’atmosfera aurea, abiti bianchi in pizzo sangallo e gonne a corolla in lino e cotone indossate con top dalle spalline sottili, si fanno spazio tra gli abiti bon ton in pieno stile Beccaria.

La collezione, con lo scopo di omaggiare la bellezza, esalta la silhouette attraverso delicati cinturini sul punto vita, talvolta accompagnati da plissè o gonne a balze. Volumi ampi e morbidi li ritroviamo anche nelle chemisier di pizzo, nelle bluse con maniche a sbuffo a tre quarti, così come nei grembiuli in sangallo, a dimostrazione che la donna vuole essere comoda senza rinunciare alla sua eleganza.

Texture leggere e sporty touch per la SS20

Luisa Beccaria esprime il suo romanticismo anche nella scelta delle lavorazioni e dei tessuti; gli abiti, alcuni lunghi altri giocosamente midi, sono realizzati in pizzo broderie anglaise, estremamente delicato ma che riesce a convivere con un cotone in versione denim, reso onirico e allontanato dalla solita visione urbana.

Lo statement stilistico che incontra lo sport, non agonistico, del tempo libero, si traduce con dei look total white, colore che sposa l’intera palette, declinata nelle nuances del panna, crema, écru, rosa. Molto raffinati sono anche i pentagrammi fil-coupé di nastri nelle sfumature del blu, in alternanza al motivo a fiorellini, stupendo nel principesco abito in organza.

Una sfilata interessante, dove Luisa Beccaria ha voluto decontestualizzare gli abiti per trasferirli in una dimensione più ludica, contemporanea e alla portata di tutti i giorni.

 

di Agnese Pasquinelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *