Cammina nel futuro con Odissea: la nuova sneaker Versace

Versace svela Odissea, una sneaker la cui struttura ha scelto di farsi guidare dal tema delle stelle e dai viaggi celestiali

Odissea: un nome che ricorda la mitologia greca, ma anche la spinta verso il viaggio e la scoperta di nuovi territori. Una spinta verso l’ignoto non può che essere che una spinta verso il futuro, un viaggio verso lo spazio e le stelle. Presentata per la prima volta con il film della collezione Autunno/Inverno 2022, questo nuovo modello di sneaker offre un approccio decisamente positivo al design e alla moda dall’ispirazione futuristica.

Alla base del suo design, è presente l’idea del dinamismo totale; idea abbastanza appropriata per una sneaker, che viene evocata tramite gli elementi strutturali in gomma integrati alla classica tomaia in pelle. Il principale di questi, oltre che il più vistoso, è sicuramente la Medusa 3D, che definisce l’estetica dell’intera silhouette. Altro importante elemento strutturale è la midsole, che presenta una struttura sporgente che si allunga sul tallone, ricordando l’alettone di un’auto da corsa, e che reca il branding di Versace inciso sopra.

Il motivo visivo della strutturazione architettonica prosegue per tutta la suola percorsa da scanalature. La tomaia in pelle, invece, segue lo stile delle sneaker da basket, con il puntale forato e una heel tab su cui è scritto il lettering “Odissea”, che viene ripetuto anche sulla linguetta al di sotto del branding. Tutti i diversi elementi della sneaker sono armonizzati dalla colorway monocromatica di cui sono presenti sei diverse sfumature: nero, bianco, blu oltremare, rosa, caramello e argento metallico. Le sue linee pulite e affilate creano un’identità visiva di grande impatto.

Leggere e facili da indossare, le nuove sneakers Odissea di Versace possono essere abbinate a look casual e formali, ma soprattutto sono un must-have per il proprio guardaroba. Odissea sarà disponibile sul sito ufficiale del brand, in tutte le boutique Versace e presso i retailer selezionati.

di Martina Visingardi

Lascia un commento

Your email address will not be published.