Philipp Plein Autunno/Inverno 2022-23: al fuoco, al fuoco!

La collezione Philipp Plein AI 22/23 è coerente con la personalità massimalista dello stilista, in una commistione fra stile gotico pop, capi da college americano e sportswear di lusso

Chi scherza col fuoco, alla fine…sfila alla Milano Fashion Week. Rimanendo perfettamente in linea con gli show spettacolari e stravaganti delle precedenti stagioni, la collezione Philipp Plein Autunno/Inverno 2022-23 va in scena su una passerella specchiata e con immagini di fiamme altissime che danzano tutto intorno. Modelle e modelli indossano abiti coerenti con la personalità massimalista di Plein, in una commistione fra stile gotico pop, capi da college americano e sportswear di lusso.

La roboante determinazione della collezione Philipp Plein Autunno/Inverno 22-23

L’Autunno/Inverno 2022-23 di Philipp Plein si preannuncia caldo, anzi, caldissimo. Dopo aver rilanciato il suo marchio sportivo Plein Sport – con tanto di ingresso nel metaverso, creazione di NFTs e conferenza tenuta da un robot umanoide – lo stilista tedesco naturalizzato svizzero presenta la sua linea principale, roboante e sopra le righe come la sua visione comanda.

Paillettes, pelle, logomania, pellicce, borchie: ci sono tutti gli stilemi ai quali Plein ha abituato il suo pubblico, che sfilano su uno sfondo di fuoco ardente. Una dichiarazione esplicita della voglia di tornare a splendere dopo mesi di chiusura, di divertirsi con passione, di calcare con determinazione il palcoscenico della vita.

Mini dress scintillanti vengono affiancati a vampireschi accostamenti fra top in pizzo e pantaloni da bikers; maxi cardigan con il logo a doppia P bene in vista sono indossati come vestiti sopra a vertiginosi stivali cuissard, mentre su giacche e giacconi compaiono stampe animalier o veri e propri bestiari che paiono tratti da un atlante ornitologico.

Proprio i capispalla sono fra i protagonisti della collezione: i puffer jackets hanno proporzioni esagerate, le giacche da smoking hanno revers trapuntati, mentre stampe effetto marmo compaiono su bomber e piumini lunghi. In passerella scendono anche i cosiddetti varsity jackets, ovvero le giacche tipiche dei college americani, declinate in colori accesi e portate sopra a outfit che giocano fra sportswear e lusso.

Colori e accessori ad alta visibilità

Il nero profondo è uno dei colori principali dell’AI 22-23 di Philipp Plein, ma la palette della collezione non si adagia assolutamente sulla monocromia. Largo dunque al bianco optical di giacche doppiopetto dallo scollo profondissimo, alle tinte militari dei completi casual, al denim screziato e ai toni pastello del loungewear. Il fuoco dello sfondo si rispecchia nel rosso acceso di abiti e stivali, mentre i capi più giovanili si tingono di viola, verde e giallo.

Anche gli accessori, come tutto il resto, sono extra. Le sneakers alla caviglia sono robuste e portate rigorosamente slacciate, gli stivali camperos sono tempestati di brillantini, le borse sembrano più valigie per le loro dimensioni over. A completare lo show, Philipp Plein esce per un giro d’onore con la compagna, Lucia Bartoli, e si ferma a baciare il pancione di lei, inguainato in un lungo abito di pizzo nero rigorosamente a marchio doppia P.

di Martina Faralli

Lascia un commento

Your email address will not be published.