I nuovi OnePlus 7T PRO e OnePlus 7T Pro McLaren Edition

12 Novembre 2019 • Hi-tech, Lifestyle

OnePlus e McLaren, collaborazione tecnologica brillante

OnePlus, azienda globale di tecnologia mobile, ha annunciato il 10 Ottobre 2019 il lancio delle sue ultime innovazioni: OnePlus 7T Pro e OnePlus 7T Pro McLaren. La collaborazione tra OnePlus e McLaren ha dato vita a smartphone che consentono un’esperienza d’uso altamente sofisticata nell’ambito della tecnologia mobile. Pete Lau, CEO e fondatore di OnePlus, ha svelato i dettagli in occasione del lancio.

Premettendo che OnePlus è il pioniere del 90 Hz Fluid Display, nuovamente introdotto su OnePlus 7T Pro, non occorre specificare che le prestazioni di questi dispositivi siano altamente richieste dal mercato da anni, e che OnePlus 7T Pro e OnePlus 7T Pro McLaren le inglobi tutte grazie anche alla collaborazione con McLaren.

Si tratta di una linea di dispositivi premium che opera grazie al software OxygenOS 10.0, che offre prestazioni in ambito mobile sempre più rapide ed ottimali. Lo spazioso display di OnePlus 7T Pro offre un’esperienza di risoluzione immersiva grazie alla risoluzione 3120×1440 per 516 pixel per pollice, perfetto per il suo potente sistema a tre fotocamere che grazie al sistema di hybrid image stabilization combinato con le tecnologie OIS ed EIS, riesce a catturare foto e video con una risoluzione impressionante, anche in contesti privi di luce.

Per quanto riguarda la capacità di ricarica, non poteva mancare la spinta verso prestazioni sempre più veloci e fluide grazie al sistema di archiviazione UFS 3.0 fulmineo, la capacità di mantenere il telefono a temperatura stabile, e la nuovissima tecnologia di ricarica veloce Warp Charge 30T, che permette di raggiungere il 68% in soli 30 minuti.

OnePlus 7T Pro McLaren Edition, un’esperienza esclusiva in edizione limitata

Tuttavia, se questa tecnologia altamente sofisticata vuole essere accompagnata dall’estetica e dal design unico di McLaren, la collaborazione tra le due aziende ha dato vita a OnePlus 7T Pro McLaren Edition, offrendo agli utenti un’esperienza esclusiva in edizione limitata. Si tratta di un design che richiama l’iconica McLaren arancione papaya, un omaggio agli appassionati di tutto il mondo McLaren Racing. Mike Flewitt, l’amministratore delegato di McLaren Automotive, ha dichiarato che i due marchi vogliono celebrare, attraverso questo dispositivo, la passione condivisa per il design, l’artigianato e l’innovazione, offrendo la migliore smartphone experience possibile.

Il design e il software ispirati al cruscotto McLaren comprendono varie animazioni, temi, sfondi, icone, un orologio minimalista e bordi del display dal colore arancione papaya. Un stile sobrio ed elegante che si accosta alle elevate performance tecnologiche, che permettono, grazie ad uno spazio di archiviazione di 256 GB e 12 GB di RAM LPDDR44, di ottenere prestazioni sempre più rapide e competitive nel mercato delle piattaforme mobile. Inoltre, OnePlus 7T Pro e OnePlus 7T McLaren sono dotati di OxygenOS 10.0 out of the box, un sistema che rende ogni swipe, scorrimento e tocco impercettibile.

Altre informazioni e caratteristiche aggiuntive riguardo ai dispositivi sono la possibilità di scegliere tra 4 colori Horizon Light e di personalizzare le proprie impostazioni, ma anche la capacità di passare da un’app all’altra durante la visione di un video in modalità orizzontale senza dover tornare alla modalità verticale, rendendo l’utilizzo di questo strumento sempre più piacevole per il fruitore. In Italia, la serie OnePlus 7T e OnePlus 7T Pro è disponibile dal 17 ottobre 2019, mentre OnePlus 7T Pro McLaren Edition dal 5 novembre, a prezzi altamente competitivi sul mercato in relazione alla qualità.

OnePlus è da sempre una realtà che si occupa di creare dispositivi innovativi e controcorrente per la propria community di utenti ed appassionati, mentre McLaren è rinomato come marchio leader nel settore. Questo è dunque un binomio vincente, che rende l’uso del mobile per gli appassionati sempre più rapido, piacevole ed innovativo.

 

di Maria Sole Dosi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *