L’haute couture è nell’arredo: Arketipo

19 Febbraio 2014 • Design, Lifestyle

La qualità del lavoro dei grandi maestri fiorentini, che hanno messo a frutto il loro know-how nella realizzazione di complementi d’arredo di alto design, ha dato vita al brand Arketipo.

Dal successo del divano Auto-reverse presentato al Salone del Mobile 2013 di Milano, nasce  Auto-reverse Dream. Un letto dai dettagli glam plasmato in ogni sua particolarità. Le cerniere sono mostrate ed esaltate,  divenendo elemento principale attraverso il quale si possono creare inediti mix cromatici adattabili a qualsiasi ambiente. Non solo, è possibile realizzare la combinazione di tessuti diversi e mostrare così la qualità dei materiali e l’eccellenza della lavorazione artigianale.

Versatile e  divertente è il complemento d’arredo Geo. Ottenuto da una  sovrapposizione di elementi circolari imbottiti e dal rivestimento di alta qualità, il suo tessuto è formato da un mix di fibre italiane tinte a filo, il quale conferisce giochi cromatici d’effetto che richiamano il fiammato.

Infine, la stravagante personalità della lampada Blob è  una reinterpretazione delle forme sinuose della natura. Formata da tre punti luce in vetro colorato su  uno stelo in metallo regolabile, si ha in versione da terra e da tavolo.  La struttura è avvolta armoniosamente da cavi colorati ed è disponibile nelle tre finiture marrone micaceo, ottone e titanio.  L’illuminazione può essere uniforme o mirata attraverso  la regolazione dell’intensità e la rotazione dei braccetti. Inoltre,  esiste anche una versione in sospensione che può regalare delle stupende coreografie di luci all’interno della propria sala.

Il desiderio di esprimere dei  valori attraverso le forme e i materiali, rendono il design delle sue linee unico e importante proprio perché trasla l’essenza del concept che è dietro ogni progetto.

Si rielaborano e reinterpretano riferimenti dal mondo dell’arte, della poesia  e della moda realizzando delle vere e proprie scenografie e creando delle suggestioni visive dall’impatto glamour. L’arredo è così una metafora.

 

di (Flora Virgillito)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *