Valentino fa sfilare un giardino incantato alla Paris Fashion Week

19 Febbraio 2013 • Fashion

 

A pochi giorni dalla presentazione alle sfilate di Milano della nuova collezione uomo Camouflage, Valentino giunge sulle passerelle della Paris Fashion Week con la linea Haute Couture per la P/E 2013.

Lo scorso 12 gennaio i direttori creativi della maison, Maria Grazia Chiuri e Pierpaolo Piccioli, hanno celebrato il ritorno del Camouflage nella boutique milanese di via Montenapoleone, con un ospite d’onore quale l’artista cinese Liu Bolin, consacrando il Camouflage di Valentino come uno dei cult modaioli dell’anno per abiti e accessori. Non è la prima volta che lo stilista italiano riporta sulle passerelle il mimetico: già nel 1994 fece sfilare un sensazionale abito da ballo della collezione Alta Moda indossato dalla super modella tedesca Claudia Schiffer.

A Parigi è stata presentata una linea semplicemente stupenda: Haute Couture P/E 2013, ispirata al Rinascimento e densa di rimandi ai dipinti italiani. Come Botticelli scelse di esaltare la grazia, concepita come eleganza intellettuale, con opere che caratterizzavano l’ideale equilibrio tra il naturalismo e l’artificiosità delle forme, anche la maison decide di sfilare con abiti diafani in cui le forme sono puro movimento.
Le velature in trasparenza dei tessuti, tulle, organza tripla e cady smaterializzano ed elevano con sapiente maestria i corpi delle modelle più belle al mondo. I toni sono dolci come quelli dell’avorio, del beige, del bianco e dell’acqua. Creazioni di pura seta, silhouette sottolineate da motivi geometrici, scollature alte e maniche lunghe e strette caratterizzano questi abiti. Nonostante i molteplici riferimenti ai secoli passati, la collezione dimostra un’incredibile modernità e un’eleganza senza tempo.

 

www.valentino.com

 

(di Luisa Pizzuti)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *