DK88 by Burberry: non solo un colore

30 maggio 2017 • Fashion

Burberry, nella sua lunga storia, ha permesso al suo iconico trench di vivere mille avventure. Dall’utilità e la protezione delle guerre di trincea (da cui prende il nome trench coat = cappotto da trincea), alla fama regalatagli da attori come Greta Garbo, Humphrey Bogart, Audrey Hepburn, all’animo rock che ha avuto negli anni Settanta e quello intellettuale degli anni Ottanta, fino alle versioni più recenti, accorciate, borchiate, rivestite, colorate e in pvc;

Christopher Bailey in questa nuova collezione pensata per la Primavera/Estate 2017 decide di rendergli omaggio, e ne fa una borsa. Nasce così DK88, una linea di handbag chiamata col codice interno del colore miele di Burberry, proprio in onore del tessuto cardine della Maison, il gabardine.

Ottenuto da un’armatura a saia costituita da fili di ordito più spessi della trama, che regalano come risultato finale un fitto tessuto dal motivo diagonale, il gabardine si presta anche a pantaloni, gonne e abiti, per la sua resistenza e impermeabilità. Viene prodotto in lana o cotone e in base al peso del filato si adatta sia all’estate che all’inverno.

Ogni modello di questa collezione di pelletteria si ispira alle doctog bag, dal sapore ladylike molto bonton; la protagonista assoluta è la Top Handle Bag, realizzata in pelle color trench goffrata con il motivo del gabardine, ricreato utilizzando delle piastre che riproducono tale finitura. Disegnate presso la sede di Londra e realizzate in Italia, le DK88 sono caratterizzate da linee pulite, impunture tono su tono e dettagli in metallo lucido, come la chiusura oversize in ottone.

I colori subito disponibili sono stati il nero, cioccolato scuro, verde muschio, verde bosco scuro, blu inchiostro, vino, rosso antico giallo ocra, miele, mandarino chiaro; ma da questo mese di maggio sono disponibili le nuove tonalità pastello, presentate con un video d’artista sul sito Burberry.com.

di Pamela Romano

[ssba]

One Response to DK88 by Burberry: non solo un colore

  1. Lorenzo scrive:

    Brava Pamela. Articolo ben scritto.
    Lorenzo Lo Monaco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *