Vatel: le tavole imbandite al tempo del Re Sole

14 maggio 2018 • cinezoom

Vatel è un film del 2000 diretto da Roland Joffé e con Gérard Depardieu nel ruolo del protagonista. Il cibo, ormai, è puro spettacolo, e quale migliore film per descrivere questa sua caratteristica?

1671. Alla corte del Principe di Condé, presso il Castello di Chantilly, il maestro delle cerimonie François Vatel (personaggio storicamente esistito) deve organizzare grandiosi festeggiamenti per i tre giorni di permanenza del Re Sole; il padrone di casa, che deve riabilitare la propria figura con il Re, vuole anche diventare generale alla guida delle truppe francesi per una probabile guerra contro gli olandesi. La regina Maria Teresa è accompagnata dalla sua dama, Anne de Montausier (Uma Thurman), di cui Vatel si innamora e che è contesa tra il Marchese di Lauzun (Tim Roth) e lo stesso re Luigi XIV.

Ma il vero fulcro della storia è il banchetto, il cibo in tutta la sua teatralità. Più di venti portate, con piatti ricercati e frutta esotica. Indimenticabile la scena dello zucchero soffiato, come il vetro, a diventare un cesto di finti fiori e frutti. E poi la Crema Chantilly, che si racconta, forse erroneamente, sia stata inventata proprio dal maestro Vatel.

Un film, forse, che non rispecchia la Storia alla lettera, ma che si fa apprezzare per la ricostruzione scenica e dei costumi. E che incanta con le sue tavole imbandite con piatti succulenti e incredibili decorazioni. Da gustare con gli occhi!

di Maria Giulia Gatti

[ssba]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *