Eurovision Song Contest 2022: 40 nazioni nel contest più atteso d’Europa

È il turno dell’Italia: sarà proprio la città di Torino ad ospitare il contest musicale più importante d’Europa nella sua 66esima edizione

Grazie ai “nostri” Måneskin, che hanno fatto stare tutti “zitti e buoni” con la loro vincita dell’Eurovision Song Contest 2021, quest’anno tocca all’Italia ospitare il contest musicale più importante d’Europa, così come vuole la tradizione. Un’audience globale sarà quindi connessa con il nostro paese per la prima volta dopo il 1991, l’ultimo anno in cui l’Italia guadagnò il diritto di ospitare la competizione. 

Il paese d’origine del cantante – o nel nostro caso, del duo – vincitore è infatti tenuto ad ospitare la competizione nell’anno seguente: per l’Italia, la scelta è ricaduta sulla splendida città di Torino. La 66esima edizione dell’Eurovision Song Contest si terrà infatti al PalaOlimpico nelle serate del 10, 12 e 14 maggio per l’attesissima finale. 

La bellezza di musica e armonia: Eurovision 

L’emittente nazionale Rai sarà il broadcaster principale dell’evento, uno spettacolo all’insegna dell’arte che attirerà circa 200 milioni di telespettatori. Dopo 31 anni, sarà quindi l’Italia ad unire di nuovo l’audience del festival all’insegna della musica e dell’armonia. 

La conduzione “Made in Italy” dell’Eurovision Song Contest è affidata a Laura Pausini, Alessandro Cattelan e Mika: un trio spumeggiante che vive immerso nella musica, perfetto per rappresentare il nostro paese. 

Spazio anche a numerosi ospiti nelle diverse serate: cavalcheranno il palco del Palaolimpico artisti come Diodato, Dardust, Benny Benassi e Sophie & The Giants e il trio de Il Volo. Durante la finale invece spazio ai vincitori italiani, i Måneskin, che presenteranno il loro nuovo singolo “Supermodel” e Gigliola Cinquetti, che torna dopo 58 anni dal suo trionfo nella competizione.

I paesi e le canzoni in gara

Delle 40 nazioni che prendono parte alla competizione, 35 competono in due semifinali che porteranno alla scelta di 20 canzoni (10 per semifinale). Questi paesi raggiungeranno i “Big 5” (Francia, Germania, Spagna, Regno Unito e Italia) nell’attesissima finale. 

Il nostro paese sarà rappresentato dai vincitori del Festival di Sanremo, Blanco e Mahmood, con la loro “Brividi”. Non saranno però i soli italiani in gara: Achille Lauro rappresenterà San Marino con il brano “Stripper”. Nota al pubblico italiano anche la cantante Emma Muscat, ex concorrente di Amici di Maria De Filippi, che rappresenta Malta con il suo brano “I am what I am”.

Ecco – in ordine alfabetico – tutti i paesi e le rispettive canzoni in gara all’Eurovision:

Albania: Ronela Hajati con “Sekret”

Armenia: Rosa Linn, con “Snap”

Australia: Sheldon Riley con “Not The Same”

Austria: Lum!x ft Pia Maria con “Halo”

Azerbaijan: Nadir Rustamli, con “Fade To Black”

Belgio: Jérémie Makiese con “Miss You”

Bulgaria: Intelligent Music Project con “Intention”

Croazia: Mia Dimšić con “Guilty Pleasure”

Cipro: Andromache con “Ela”

Repubblica Ceca: We Are Domi con “Lights Off”

Danimarca: REDDI con “The Show”

Estonia: Stefan con “Hope”

Finlandia: The Rasmus con “Jezebel”

Francia: Alvan & Ahez con “Fulenn”

Georgia: Circus Mircus con “Lock Me In”

Germania: Malik Harris con “Rockstars”

Grecia: Amanda Tenfjord con “Die Together”

Islanda: Sigga, Beta, Elìn con “Með Hækkandi Sól”

Irlanda: Brooke con “That’s Rich”

Israele: Michael Ben-David con “I.M”

Italia: Mahmood & Blanco con “Brividi”

Lettonia: Citi Zēni con “Eat Your Salad”

Lituania: Monika Liu con “Sentimental”

Malta: Emma Muscat con “I Am What I Am”

Moldavia: Zdob şi Zdub & Fraţii Advahov con “Trenulețul”

Montenegro: Vladana con “Breathe”

Olanda: S10 canzone “De Diepte”

Macedonia del Nord: Andrea con “Circles”

Norvegia: Subwoolfer con “Give That Wolf A Banana”

Polonia: Ochman con “River”

Portogallo: Maro con “Saudade Saudade”

Regno Unito: Sam Ryder con “Space Man”

Romania: WRS con “Llámame”

San Marino: Achille Lauro con “Stripper”

Serbia: Konstrakta con “In Corpore Sano”

Slovenia: LPS (Last Pizza Slice) con “Disko”

Spagna: Chanel con “SloMo”

Svezia: Cornelia Jakobs con “Hold Me Closer”

Svizzera: Marius Bear con “Boys Do Cry”

Ucraina: Kalush Orchestra con “Stefania”

di Cristina Camporese

Lascia un commento

Your email address will not be published.