Takagi e Ketra, “Venere e Marte”: uno sguardo cosmico al cielo

13 Gennaio 2021 • Lifestyle, Music

Takagi e Ketra, il nuovo singolo

Takagi e Ketra, padroni dell’estate, decidono di stupire il proprio pubblico con il lancio di un nuovo singolo più intrinseco e sensibile rispetto al panorama estivo. Con 130 dischi di platino, un disco di diamante tra singoli e produzioni, e più di 1 miliardo di streaming, incrementano la loro fama con il coinvolgimento di due voci di gran rilievo nel panorama italiano, Marco Mengoni e Frah Quintale. Questi due artisti, con voci totalmente differenti, creano un connubio melodioso ottimale affinché la canzone possa essere apprezzata dagli ascoltatori.

Dopo 7 mesi dal successo di Ciclone, doppio disco di platino dell’estate a cui aveva preso parte Elodie, Venere e Marte tratta una tematica completamente differente. Quest’ultima si concentra su una storia d’amore indissolubile, in grado di superare le incertezze e le insicurezze che la vita ci pone davanti.

Un amore cosmico con ambientazione newyorkese

La nuova hit ha avuto origine in maniera totalmente casuale. L’ispirazione è stata data da alcune note di pianoforte, per poi iniziare la scrittura del testo insieme a Cheope e Federica Abbate. Il video, pubblicato a pochi giorni di distanza dall’uscita del singolo, vede protagonisti Serena De Ferrari e Alessio La Padula, i quali interpretano il ruolo di due innamorati. I due ballano sotto la pioggia, sulle note del brano, in una New York che richiama un’ambientazione anni ’80 che fa da sfondo.

I due artisti non sono novelli all’apprezzamento del pubblico, in quanto è il sesto anno in cui un loro singolo riscuote gran successo. “Roma – Bangkok” nel 2015, “Vorrei ma non posto” nel 2016, “Senza pagare” nel 2017, “Amore e Capoeira” nel 2018, “Una volta ancora” nel 2019, i brani più ascoltati negli anni trascorsi. Come loro stessi affermano: “L’ispirazione, e con lei i risultati, non arriva se la aspetti a braccia conserte, ma se ogni giorno lavori duro e ti dai da fare”.

 

di Marisa Anania

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *