Cover Credits
New York, NY

ph: Barbara Ledda

Gennaio, il tempismo del tempo

3 Gennaio 2020 • Editoriali

Gennaio è un nuovo inizio, una pagina bianca. Nuove anno e nuove prospettive, buoni propositi, cambiamenti e, se occorre, vere e proprie rivoluzioni, stravolgimenti. È dunque arrivato il momento di smetterla di rimandare, posticipare, procrastinare. Occorre agire, sperimentare, mettersi in gioco.
E per brindare ad un 2020 appena cominciato, chiediamo al Tempo, tema chiave del numero di Gennaio di Gilt, di accorrere in nostro aiuto e perché no, di essere magari più clemente e comprensivo in certe occasioni. A spiccare in copertina e nella nostra intervista, è l’amatissimo e stimato Alberto Angela, paleontologo, divulgatore scientifico, scrittore, giornalista e conduttore televisivo italiano.

Ma Gennaio è anche tempo di Moda Uomo. E la sezione Fashion si occuperà di fornirvi tutte le news e le ultime notizie riguardo a sfilate, eventi e curiosità. Partendo da Londra, passando per Milano e arrivando infine a Parigi. C’è quindi aria di Fashion Week, di tendenze pronte a fare capolino e di trend che magari ritornano, dopo anni e anni di forzato riposo.

E nonostante le festività siano appena terminate, è sempre l’ora perfetta per mettere tutto in pausa e partire. Scoprire luoghi mai visitati, entrare in contatto con realtà differenti. A pensarci è Rock the Town, che a Gennaio ci conduce in un luogo incantato, dove il tempo sembra essersi fermato. Benvenuti a Petra, chiamata anche “città rosa”. Famoso sito archeologico nel deserto della Giordania. Il suo monumento più celebre è probabilmente El Khasneh, conosciuto come “Il Tesoro”. Un tempio di circa 40 metri di altezza con una facciata decorata in stile greco.

Per viaggiare occorre però un buon alleato. E chi se non l’accessorio per eccellenza? Ebbene sì, l’orologio. Nemico-amico inseparabile del nostro polso, e del nostro tempo. In Greenworld, la sfera dedicata al rispetto per l’ambiente, vi faremo scoprire il brand britannico Votch, fondato dalla giovane e caparbia Laura Stageman, che sposa la filosofia vegan e cruelty free. I suoi segnatempo sono realizzati con materiali 100% sostenibili, ecologici, approvati da PETA.

Sfidare il tempo è sicuramente un’impresa che richiede molta forza e tante energie. E in Oh my Chef! Fabio Castiglioni si prende cura del nostro appetito presentandoci una ricetta che ha come protagonista principale un ingrediente evergreen della tradizione culinaria italiana: il cotechino, che per l’occasione fa il suo ingresso in vesti del tutto rivoluzionate, inaspettate, e tutt’altro che convenzionali.

È quindi tempo di nuove partenze; largo alle novità, alle rivoluzioni, ai piccoli-grandi accorgimenti. Perché come ci ricorda lo scrittore Fabrizio Caramagna, “Il tempo non va misurato in ore e minuti, ma in trasformazioni”.

Clara Bacchetta

ArchivioEditoriali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *