Gufram festeggia il compleanno in mini stile

Come nel Paese delle Meraviglie, le pungenti icone del brand si miniaturizzano per dar vita ai Guframini®

Charley Vezza, CEO e Global Creative Orchestrator di Gufram, così introduce le nuove creazioni: “La storia di Guframini è in realtà la storia di una bellissima ossessione! Abbiamo lavorato a questo progetto per quattro anni: volevamo che questi oggetti fossero identici ai loro fratelli maggiori. So che la gente potrebbe pensare che produrre miniature sia più facile che produrre l’oggetto reale, ma non è così. Ad esempio, nei primi prototipi del piccolo Cactus si notava una giunzione creata dallo stampo, una linea che l’originale non aveva; per eliminare quel dettaglio abbiamo dovuto elaborare una nuova tecnica di produzione e brevettarla! Ora, i nostri Guframini® non sono semplici riproduzioni, ma veri e propri prodotti con un’anima propria; sono piccoli mobili sexy e pieni di personalità”. 

Il brand offre tre rivisitazioni, i mini Pratone®, le little Bocca® e i miniature Cactus®. Sono proprio questi ultimi il simbolo da sempre più radicale del marchio, e rimangono fedeli alla versione integrale ideata da Drocco e Mello nel 1972: 2165 sono le piccole zone affossate che decorano il fusto e i bracci di questo appendiabiti ultraterreno in scala 1:8. Ciascun pezzo è unico poiché realizzato a mano, attraverso un procedimento che utilizza schiuma poliuretanica iniettata in uno stampo precedentemente verniciato, ottenendo una copia esatta dell’originale: stessa morbidezza, stessi colori e stessi dettagli. Il colore è stato ottenuto studiando attentamente il verde originale per poterlo riprodurre, dando agli appassionati di design la possibilità di possedere, anche se in versione ridotta, un pezzo di design in edizione limitata ormai esaurito. 

I Guframini® sono ora disponibili presso i principali rivenditori Gufram, nei concept store, nei musei internazionali più all’avanguardia e sui migliori siti di e-commerce.

di Agnese Morselli

Lascia un commento

Your email address will not be published.