Dior Home Midi Collection: Pierre Yovanovitch porta la Francia meridionale in salotto

L’obiettivo di Yovanovitch è stato quello di impiegare materiali semplici ma nobili, sul fil rouge della filosofia di moda della Maison alla sua nascita

Francia del sud anni ‘50 

La nuova collezione Home Dior omaggia lo stile e la bellezza della Francia meridionale altresì detta “Midi”, da cui il suo nome. I 15 pezzi progettati da Pierre Yovanovitch incarnano infatti lo stile di due dimore nel sud del paese. La proprietà di Monsieur Dior, Château de la Colle Noire, e il castello di Fabregues, riqualificato dal progettista di interni nato a Nizza.

Tra know-how locale, sostenibilità e funzionalità 

Corrono gli anni ’50. Christian Dior decide di comprare il Château de la Colle Noire nel villaggio di Montauroux, nel sud della Francia. Un luogo semplice, solido e nobile, come lo definiva lo stesso stilista parigino. Tre parole chiave che caratterizzano anche questa collezione di piccoli oggetti di arredo per la casa progettati da Pierre Yovanovitch. 15 accessori da scrivania in cui si combinano lo stile della proprietà di Monsieur Dior e il castello provenzale di Fabregues, riqualificato da Yovanovitch stesso. Un omaggio alla bellezza essenziale del sud del paese che accomuna l’interesse dei due artisti.  

Dopo la rivisitazione della sedia Medallion di Yovanovitch per Dior in occasione del Fuorisalone 2021, la collaborazione artistica continua infatti a dare i suoi frutti. Tra quelli di questa Midi Collection, una lampada da tavolo ispirata alla tipica sinuosità dei mobili del designer. Ma anche vassoi, portapenne, contenitori per fazzoletti, candelieri e scatole porta sigari sono stati realizzati con materiali locali, sostenibili e duraturi. Un prezioso know-how artistico messo in mostra insieme ad altri pezzi del designer alla fiera Nomad St. Moritz nel museo Chesa Planta lo scorso marzo. 

Smart working in stile rustico 

L’obiettivo di Yovanovitch è stato quello di impiegare materiali semplici ma nobili, sul fil rouge della filosofia di moda della casa parigina alla sua nascita. Il legno locale di rovere e carpino intagliato a mano dagli artigiani della regione dei Vosgi caratterizza infatti tutta la collezione. Un mix di texture intagliate e pelle italiana stampata con il celebre motivo “Dior Oblique”, tecniche di assemblaggio e vetro soffiato. Un’arte senza tempo e un patrimonio artigianale che conferiscono agli oggetti un valore unico.

Le linee che contraddistinguono i vari pezzi di arredo sono essenziali, nette e funzionali, tipiche dell’operato di Pierre Yovanovitch. La finitura è naturale e il legno acquista un effetto seta dopo l’applicazione di una vernice matte. Un lavoro dall’impatto puro, spontaneo ed elegante, che abbraccia la cultura della Francia meridionale. Un tocco rustico ma sofisticato, perfetto per rendere uniche le postazioni di smart working da casa e le scrivanie d’ufficio.

di Greta Masè

Lascia un commento

Your email address will not be published.