Moschino Fall/Winter 2022-23: gli abiti-salotto e la casa animata

Moschino, in ogni dettaglio della sua collezione, è elegante, sofisticato e ci riporta allo stesso tempo in un mondo surreale e nel passato

Moschino torna alla Milano Fashion Week e il direttore creativo Jeremy Scott presenta la sua collezione donna Fall/Winter 2022-23 con grande stile ed eleganza, ma soprattutto, con grande creatività, ci porta in un salotto surreale che si anima e prende vita. 

Moschino trasforma oggetti in abiti e accessori di alta moda

Jeremy Scott, con la sua collezione FW 22/23, anima la seconda giornata della Milano Fashion Week femminile. Moschino dà vita a una serie di oggetti che siamo abituati a vedere in casa ma che diventano accessori e abiti di alta moda, voluminosi ed eccentrici. Gli orecchini sono lampadari di cristallo, gli abiti hanno orologi a pendolo incorporati, il classico vassoio d’argento diventa un top, la teiera una borsetta e infine, i vistosi cappelli disegnati da Stephen Jones, come gabbie dorate, candelabri e lampadari.

Attraverso questa collezione, Jeremy Scott riprende due collezioni di Franco Moschino degli anni ’90, in cui il fondatore del brand aveva osato e giocato con elementi di arredamento quali rubinetti, divani e posate. Moschino mostra la sua collezione nel Palazzo del Ghiaccio a Milano, ma ci porta con la mente in un salotto surreale che si anima e prende vita attraverso le modelle, ispirato alla scena conclusiva di 2001 Odissea nello Spazio. Tanto che il direttore creativo saluta il pubblico indossando una tuta da astronauta rossa, sulle note di Strauss, che hanno accompagnato tutto lo show.

Una collezione attenta ai dettagli: acconciature e make-up

Jeremy Scott, oltre a portare il pubblico in una casa viva e animata, dona un tocco Ottocentesco a ogni look. Lo fa curando attentamente non solo ogni abito e accessorio, ma anche facendo molta attenzione al make-up e alle acconciature. In passerella, le modelle presentano un viso libero e messo in luce da capelli raccolti in voluminose acconciature: banane, raccolti con ciocche modellate a onde dal team dell’hairstylist Sam McKnight.

L’ispirazione per gli oggetti e gli elementi d’arredo, del resto, è ottocentesca, di conseguenza anche per le acconciature non poteva accadere diversamente. Ad esaltare ancora di più questi elementi, il make-up dal tocco elegante e sofisticato: eyeliner con la classica coda all’insù e smokey-eyes abbinato, labbra decorate da tinte cremose che aiutano ad aumentare il volume. Infine, per la manicure, il classico smalto rosso, adatto a ogni età e occasione. 

Moschino, in ogni dettaglio della sua collezione donna FW 22/23 è elegante, sofisticato e ci riporta allo stesso tempo in un mondo surreale e nel passato.

di Beatrice Villa

Lascia un commento

Your email address will not be published.