Cipro, l’isola di Afrodite

14 febbraio 2018 • Rock the Town

Cipro è un’isola che racchiude in sé meraviglie naturali, sfumature tra mito e storia e contrasti mai del tutto sopiti, in un contesto che fa da punto di contatto fra Oriente e Occidente. La leggenda narra che da queste acque sia nata Afrodite, dea della bellezza, dell’amore e della fertilità, precisamente sullo scoglio di Petra Tou Romiou, situato a una manciata di chilometri a sud della città di Pafos. Il tocco di Afrodite permea l’Isola di bellezza; qui natura e arte convivono accompagnando i visitatori attraverso percorsi di grande fascino.

Pafos è stata insignita nel 2017 del titolo di “Capitale Europea della Cultura”, e non si fatica a comprenderne il motivo. Il parco archeologico di Kato Pafos è la punta di diamante della zona; al suo interno si possono ammirare i mosaici di alcune ville romane (Casa di Eustochio e Casa dei gladiatori), un teatro all’aperto che ancora oggi ospita eventi musicali, le Tombe dei Re e, ovviamente, i resti del tempio dedicato alla protettrice di Cipro. Lungo la penisola di Akamas si trovano invece i cosiddetti Bagni di Afrodite, dove la dea vi si recava per incontrare Adone, suo amante.

Per quanto riguarda la natura non si può che menzionare il mare, culla di Afrodite, e le sue spiagge; in particolare quella di Lara, luogo di riproduzione della tartaruga comune (Caretta Caretta) e della tartaruga verde (Chelonia Midas). Anche la flora non è da meno in quanto a presenza e maestosità; basti pensare che sono presenti ben 1908 differenti specie di piante. Gli amanti del trekking possono scoprire una parte di questo verde cimentandosi con i percorsi che si snodano lungo la catena montuosa dei Troodos, nella parte ovest di Cipro.

Se le immersioni, le escursioni nei siti archeologici e le passeggiate hanno sollevato un certo appetito, l’ideale è condividere dei meze (o mezze) con i compagni di viaggio. I meze sono piccole porzioni di cibo di diverso genere che vengono generalmente servite in ciotole dai decori tipici; fra le specialità più comuni si trovano hummus (salsa a base di ceci e altri condimenti), baba ganush (a base di polpa di melanzane e semi di sesamo), falafel (polpette di ceci e/o fave), halloumi (un formaggio fatto di latte di capra o pecora), olive e fattoush (insalata con cetrioli, ravanelli, peperoni, pomodoro e pane arabo tostato o fritto).

di Fabiana Althea Mazzariello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *