Brad Pitt: azione e commedia ad alta velocità

Una carriera arrivata a spegnere 35 candeline e costellata di premi, non possiamo che aspettare il prossimo successo

Protagonista di “Bullet Train”

Uscirà il 25 agosto nelle sale italiane il nuovo film di David Leitch, “Bullet Train”, un action comedy con protagonista Brad Pitt. La pellicola, la cui trama si basa sul bestseller “Maria Beetle” (I sette killer dello Shinkansen) di Kotaro Isaka, narra le vicende di Ladybug, nome in codice di un assassino di professione, incaricato di recuperare una valigetta su un treno ad alta velocità che da Tokyo arriva a Kyoto.

A lui, presto, si affiancheranno – e scontreranno – altri “colleghi” con lo stesso obiettivo, mossi però da diversi fini. Un film adrenalinico che lascia spazio a scene grottesche e battute divertenti e con un nutrito cast, tra cui spiccano Sandra Bullock (“Bird Box”, “Gravity”), Joey King (“The Kissing Booth”, “The Act”), Zazie Beetz (“Atlanta”, “Deadpool 2”), Aaron Taylor-Johnson (“Tenet”, “Animali Notturni”), per citare alcuni nomi.

Stile & co.: in gonna sul red carpet

Star apprezzatissima – osannato di recente da Quentin Tarantino, che lo ha diretto, tra gli altri, in “Once Upon A Time in Hollywood” e che lo ha definito “come Paul Newman, Robert Redford e Steve McQueen (…) di un’altra specie” – Brad Pitt non solo fa parlare di sé per le sue doti attoriali.

A luglio, infatti, durante la presentazione a Berlino dell’ultimo film, l’artista alla soglia dei sessant’anni ha indossato una gonna di lino, lunga fino al ginocchio e abbinata alla giacca, e stivali scuri. Il motivo? Il caldo. 

Questa però sembra essere una tendenza che si sta facendo largo tra gli uomini, famosi e non, e prima di lui ricordiamo Harry Styles sulla copertina di Vogue e Oscar Isaac, che, per la serata al British Museum per presentare “Moon Knight” lo scorso marzo, si è presentato con completo di Thom Browne composto da un blazer grigio e una gonna plissettata in tinta.

E mentre la vita è più raggiante che mai, il profilo privato sembra essere quello che, in questo momento, vive un momento buio. Dopo sei anni di separazione dalla collega Angelina Jolie, i due non hanno ancora divorziato ufficialmente; tra le motivazioni, parrebbe che l’attrice non voglia concedere la custodia congiunta dei sei figli a Pitt.

È chiaro comunque che la forza di andare avanti e di lavorare non manchi all’attore; i colleghi ne ammirano la versatilità e dicono che sia bravissimo a comprendere le scene e, con una carriera arrivata a spegnere 35 candeline e costellata di premi, non possiamo che crederci e aspettare il prossimo successo.

di Maria Giulia Gatti

Lascia un commento

Your email address will not be published.