A spasso con Cézanne per le strade di Aix en Provence

9 Marzo 2020 • Rock the Town

A sud della Francia si trova la cittadina di Aix. Punto strategico per iniziare un tour della colorata Provenza. Addentratevi tra i suoi viali ombreggiati trasportati dal caratteristico profumo di lavanda. La visita della città inizia da Corso Mirabeau, il centro. Divide la parte vecchia dalla nuova. È da qui che si inizia, di solito, la visita della cittadina provenzale.

Aix, cosa visitare

Superata la fontana della Rotonde inizia il corso principale, fiancheggiato dai maestosi alberi ad arco che offrono un fresco spazio al riparo dal sole provenzale durante la stagione estiva. Da qui si diramano i numerosi ristoranti e bar che animano la cittadina provenzale. Il più famoso è il Café des Deux Garcons. A destra del corso si trova, invece, il quartiere Mazzarino.

Diversi sono anche i festival che vengono organizzati in città nel periodo estivo, come il Festival Internazionale di Arte Lirica e Musica, così come il Festival della Danza. Camminando per le strade, ricordatevi di guardare anche per terra! Strano penserete, ma molto curioso. Sui tombini, infatti, si trova inciso il nome di Paul Cézanne. Artista del movimento impressionista francese e nativo proprio di Aix.

La città di Cézanne

Nato, cresciuto e tornato poi nella sua amata Provenza per continuare il suo lavoro, Cézanne è il simbolo di questa città. L’ufficio del turismo si è occupato di ricostruire un percorso pedonale sulle orme dell’artista in 32 tappe. Si parte dalla statua a lui dedicata, passando per la sua abitazione in rue Frédéric Mistral e arrivando al suo atelier.

Si trova sulla collina dei Lauves, dove sono conservati gli oggetti cari all’artista, i modelli delle sue ultime nature morte, i suoi mobili, i suoi attrezzi di lavoro. Dal 1902 alla sua morte, nel 1906, Cézanne lavora ogni mattina in questo atelier inondato dalla luce e dal silenzio, culla di decine di opere oggi conservate presso i grandi musei di tutto il mondo, tra cui Les Grandes Baigneuses.

Tra arte e amore

Quando era lontano non vedeva l’ora di tornare, così diceva Cézanne: «Quando si è nati laggiù, è finita, non vi attira più nulla».  Saranno i colori della Provenza, il calore delle persone, il mare poco lontano che rendono Aix un piccolo gioiello. Un luogo magico culla della amore e dell’arte di un grande artista.

 

di Rachele Conti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *