Petra, un gioiello incastonato nella roccia

3 Gennaio 2020 • Rock the Town

Petra, il più bel luogo della Terra

Petra è il più bel luogo della Terra…non per le rovine, ma per i colori delle sue rocce tutte rosse nere con strisce verdi e azzurre. Non saprai mai cos’è Petra in realtà, a meno che tu non ci venga di persona”. Con queste parole il tenente colonnello Thomas Edward Lawrence, noto ai più come Lawrence d’Arabia, descrive la magica città della Giordania.

Petra si trova nella parte centro-meridionale del paese e Wadi Musa è la città nelle immediate vicinanze. È possibile raggiungerla a piedi oppure a bordo di cammelli, asini o cavalli. Bisogna però essere pronti a contrattare i prezzi con i beduini, che altrimenti potrebbero approfittarsene e proporre prezzi molto salati.

Il sito archeologico, ricavato tutto nella roccia, è circondato da un’atmosfera da favola. Due giorni saranno necessari per poterlo visitare e godere appieno delle sue meraviglie. I tour più frequenti propongono  Siq – Tesoro – Città – Monastero. Il secondo giorno: il Wadi Muthlim, dove si può vedere il Tesoro dall’alto su Jebel Al-Khubtha e il luogo dei sacrifici.

Il Tesoro di Petra

Il tesoro è diventato il biglietto da visita della città di Petra, nonché il monumento più instagrammato di tutto il sito. Prima di diventare un trofeo per tutti i travel blogger del web, era la tomba di un sovrano Nabateo. Alta 43 metri e larga oltre 30, scavata nella roccia color rosa pallido, si trova all’ingresso del percorso archeologico.

Anche se gli alberghi consigliano di iniziare il percorso quando sorge il sole, per evitare un fiume di gente, la vera meraviglia la si sperimenta al calar del sole. Per vivere un’esperienza indimenticabile occorre partecipare al «Petra by night», un’escursione a piedi, organizzata tre volte la settimana, che consente di ammirare l’incantesimo della notte e la maestosità del Tesoro di Petra illuminato da centinaia di candele, davanti al quale si è accolti con un buon tè e da musica e danze beduine.

Quando il tempo si è fermato

Non appena si entra nella valle di Petra si viene sopraffatti dalla bellezza naturale di questo luogo e dalle sue meraviglie architettoniche. La città è considerata patrimonio dell’UNESCO e una delle sette meraviglie del mondo antico. Sono centinaia le tombe scavate nella roccia con intricate incisioni. Qui si trova anche un’imponente costruzione nabatea: un teatro in stile romano da 3000 spettatori.

Le gigantesche montagne rosse e i grandi mausolei di una vita passata non hanno nulla in comune con la moderna civiltà. In questo luogo incantato il tempo sembra essersi fermato. Anzi, sembra appartenere ad un’altra dimensione. Una vera e propria città, perfettamente conservata nella roccia; e aveva ragione Lawrence D’arabia: “Non saprai mai cos’è Petra in realtà, a meno che tu non ci venga di persona”.

 

di Rachele Conti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *