Ouarzazate, la hollywood africana

31 Agosto 2020 • Rock the Town

Ouarzazate, tra deserto e cinema

Ouarzazate è una piccola città del Marocco, che si trova al centro delle vie della Kasbah e della spettacolare Valle delle Rose. Nasce come colonia francese, intorno agli anni Venti del Novecento e soprannominata “la porta dell’Africa”. Ouarzazate è anche conosciuta come la “Hollywood d’Africa”. Nella città ci sono vari set cinematografici, come gli Atlas Studios, fra i più grandi al mondo. La visita dell’Atlas Studio è molto consigliata, essendo una piacevole passeggiata per la storia del cinema. Tra le innumerevoli opere relative agli studi di Atlas, non dobbiamo dimenticare “Alexander” di Oliver Stone e “Nile Jewelry” di Lewis Teague (esiste ancora oggi il piccolo aeroplano usato nel film) e gli ultimi successi del passato, come “Ben Hur” di Steve Shill e “I dieci comandamenti” di Robert Dornhelm. Numerose opere internazionali sono passate per questi set portando con sé decine di celebri attori.

Cosa fare e cosa vedere

Sulla lista delle cose da fare sicuramente uno spazio è riservato a Ait Ben Haddou. Abbandonato più di mezzo secolo fa dall’indipendenza del Marocco, gran parte di questo spettacolare palazzo di sabbia rossa è andato in rovina. Tuttavia, all’interno delle sale principali e delle sale di ricevimento, rimane sicuramente abbastanza per intravedere l’opulenza, la splendida decorazione e la ricchezza che un tempo quivi regnavano. Invece, situato a circa un’ora da Ouarzazate, lungo strade che diventano progressivamente più polverose, si scopre Fint Oasis. Questo piccolo villaggio, che ospita abitazioni di base e dozzine di bambini, è una vera oasi alberata di palme nel mezzo del deserto. Concedetevi un’esperienza da mille e una notte dormendo in uno dei favolosi campeggi presenti nel deserto. Svegliatevi presto la mattina per poter organizzare una gita a dorso di cammello.

Da Ouarzazate a Marrakech

Se siete in visita per più di qualche giorno, un’ottima idea potrebbe essere quelle di affittare una macchina e fare la traversata del deserto in direzione Marrakech.

 

di Rachele Conti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *