Sport: mente e corpo in sinergia per il benessere quotidiano

6 giugno 2017 • Psyco, Psyco&Sex

Carissimi, eccoci entrati finalmente nella stagione calda! Giugno è ormai arrivato, e porta con sé il desiderio di spogliarsi e di iniziare a rimettersi in forma per la prova costume. Con il giungere del sole e delle belle giornate, il nostro corpo e la nostra mente iniziano a richiedere frescura, e quindi perché non utilizzare al meglio il tempo, magari facendo una bella nuotata in piscina o al mare?

Lo sport in questo periodo estivo ci è amico, in quanto unito alla luce è di stimolo anche al nostro umore come potente antidepressivo naturale ed antidoto allo stress lavorativo. E’ un ottimo aiuto per distendere i nervi, ossigenare il sangue e liberarsi dalle somatizzazioni nervose, rafforzando la propria autostima. Questo avviene grazie al rilascio di alcune sostanze sia al livello del Sistema Nervoso Centrale, sia a livello del Sistema Nervoso Periferico.

Tali sostanze sono le Beta Endorfine, ma che cosa sono esattamente? Esse fanno parte di una classe di sostanze, presenti naturalmente nel nostro organismo, che svolgono la funzione di antidolorifici naturali, e il rilascio di queste sostanze nell’organismo sembrerebbe indurre uno stato di euforia e una riduzione del dolore.

Diversi studi, ad oggi, documentano come anche solo pochi minuti di attività fisica aumentino i livelli di endorfine per almeno un’ora. Secondo le teorie psicosociali inoltre, praticare regolarmente attività fisica incrementerebbe nelle persone sentimenti di competenza, autonomia e vicinanza agli altri. Questo permetterebbe di aumentare a catena la propria autostima, con un miglioramento nell’affrontare e superare le difficoltà nel quotidiano, con un’incidenza significativa sullo stato globale di salute e benessere della persona.

Lo sport allungherebbe la vita e ne migliorerebbe la qualità, tanto che l’International Society of Sport Psychology ha stabilito che l’attività fisica produrrebbe dei miglioramenti psicologici sia a breve che a lungo termine, con benefici quali l’aumento della fiducia in sé stessi, una maggior consapevolezza delle dinamiche che coinvolgono il proprio corpo, il miglioramento del tono dell’umore (con riduzione di ansia e depressione), un cambiamento positivo nella percezione di sé, e un aumento dell’energia fisica e mentale, con conseguenze positive sull’ipertensione, l’osteoporosi, il diabete di tipo II e su alcuni disturbi dell’umore.

Ogni volta che si compie un’attività fisica, anche leggera, come ad esempio passeggiare un quarto d’ora senza fermarsi, al suo termine si può osservare sempre una risposta positiva di benessere. Questa è la ragione principale per cui è vivamente suggerito un po’ di movimento con regolarità, tutti i giorni. Praticare uno sport migliora i valori ematici, ossigena sangue e tessuti, migliora i valori pressori e libera dallo stress, senza il bisogno di ricorrere a farmaci per tenere a bada le risposte disfunzionali del nostro organismo.

Ecco spiegato quindi il perché anche i medici suggeriscono di fare regolare attività fisica; chi pratica sport con una certa frequenza non solo allunga la propria vita, ma ne migliora grandemente la qualità, con risultati positivi in ogni settore.

di Sabrina Burgoni

[ssba]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *