Risotto carnaroli con essenza di pomodoro, cime di rapa e primo sale

7 maggio 2018 • Oh My Chef!

Ingrediente del mese: Pomodoro ramato

Il pomodoro ramato, chiamato anche “pomodoro a grappolo”, è un ortaggio tondo e uniforme che si caratterizza per la sua polpa carnosa dal sapore ricco e bilanciato tra acidità e dolcezza. Ha la pelle liscia ed è facile da sbucciare. Quello di origine italiana viene commercializzato da aprile a novembre, ma è comunque facile trovarlo tutto l’anno. Questa varietà di pomodoro è ricca di carotenoidi, preziosi alleati della salute e degli occhi. Ricco di vitamine e sali minerali, esercita sull’organismo un’azione disintossicante e antiurica. Possiede un elevato contenuto di licopene, pigmento responsabile del colore rosso vivo, che riduce problemi cardiovascolari e rischi di cancro alla prostata e allo stomaco. Grazie alla Vitamina B , al licopene e al potassio, il pomodoro ramato ha la proprietà di ridurre il colesterolo e abbassare la pressione sanguigna. Contiene inoltre una buona percentuale di vitamina K e calcio, importanti per il rafforzamento delle ossa e della loro capacità di autoriparazione.

Ricetta: Risotto carnaroli con essenza di pomodoro, cime di rapa e primo sale

Ingredienti per 4 persone

360 grammi di riso carnaroli riserva San Massimo

4 pomodori secchi

12 pomodori ramati

Zucchero

Basilico

Menta

Sale

Olio extravergine d’oliva

Scorza arancia

Cime di rapa

Formaggio primo sale

Panna fresca

Parmigiano

Sale e pepe

Fiori eduli

Brodo vegetale

Preparazione

Incidere i pomodori ramati facendo una croce, sbollentarli in acqua salata e raffreddarli in acqua e ghiaccio. Toglierne la pelle e i semi, e stenderli su fogli di carta forno per poi farli asciugare in forno a 80 gradi per due ore, cosparsi leggermente con sale, zucchero, foglie di timo e scorza di arancia. Successivamente frullare finemente i pomodori secchi con olio evo.

In un secondo momento, pulire e mondare le cime di rapa, che andranno sbollentate e insaporite in padella con olio evo e uno spicchio di aglio in camicia per pochi minuti. Dunque, passare il primo sale in un cutter con poca panna, sale e pepe; conservare il composto ottenuto in una saccapoche.

Prendere quindi una casseruola in cui posizionare il riso, che andrà tostato e bagnato con il brodo. Dopo 10 minuti aggiungere l’essenza di pomodoro e mantecare lontano dal fuoco con olio evo e parmigiano. Aggiustare di sale.

Infine, posizionare il tutto nel piatto e guarnire con foglie di cime di rapa, qualche fiocco di primo sale, fogliette di menta e fiori eduli.

Buon Appetito!

di Fabio Castiglioni

[ssba]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *