Linfa, il nuovo ristorante creativo a San Gimignano

25 Marzo 2020 • Luxury-Escape

A San Gimignano, nel cuore della Toscana, ha aperto il ristorante Linfa, creato dallo chef Alberto Sparacino, classe ’84, che è diventato con il tempo uno spazio di espressioni di talenti.

Cum Quibus e Linfa, storia di creazioni

Per tracciare la storia di questo ristornate bisogna fare una breve menzione a Cum Quibus, ristorante fondato da Lorenzo Di Paolantonio. L’avventura del ristorante è nata nel 2005, quando la madre di Lorenzo ha deciso di aprire un ristorante. Ha così coinvolto il figlio nella gestione dell’attività commerciale, e dopo pochi anni Cum Quibus si è rivelato uno dei migliori ristoranti della Toscana. Nel 2015 inizia la collaborazione con lo chef Alberto Sparacino e due anni dopo ottiene la prima stella Michelin.

Oggi Alberto ne è diventato Executive Chef, mentre è lo chef del ristorante Linfa, aperto nel giugno 2019.  L’obiettivo del ristorante è proprio quello di estrarre la linfa vitale dal suo giovane team; infatti, Linfa è sinonimo di vitalità ed energia. Si vuole sviluppare una nuova idea di cucina italiana con contaminazioni orientali, lavorando sulla “diversity” geografica nazionale ed internazionale. Diversity che si nota anche dal team composto da giovani talenti provenienti da diverse parti del mondo.

Il menù comprende 15 portate e tre menù degustazione da 5, 7 e 9 portate (a 70, 90 e 105 euro). Tutti i piatti comprendono accostamenti insoliti e originali, spaziando da sapori forti a quelli più delicati, come l’animella con le ostriche, salsa di soia e pompelmo, il piccione con miele senape e radicchio, e manzo Tamarindo con arachidi e carciofi in Barigoule. Il ristorante Linfa è diventato per Alberto un luogo di sperimentazioni.

La filosofia dello chef

Lo chef Alberto Sparacino nasce in Toscana nel 1984, e in seguito ad un lavoro estivo scopre la sua passione per la cucina. Trascorre quindi diversi anni nelle migliori cucine italiane senza porsi limiti e sperimentando sulla sua cucina. Utilizza, infatti, svariati ingredienti e metodi di cottura più ricercati. Sostiene che nel mestiere dello chef si nasconde un atto di affetto tra gli esseri umani, per donare calore, piacere, empatia e sensazioni attraverso il cibo e la nutrizione. Il suo obiettivo è sfidare le convenzioni. Quindi Linfa, così come Cum Quibus, sono la vera e propria realizzazione pratica dell’intelligenza e del talento di persone che lavorano insieme e verso un unico obiettivo. Ovvero coinvolgere, creare uno spazio per esprimersi, lasciare un segno nella storia.

 

di Aureliana Santinato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *