Cavoli a Merenda, non un ristorante qualsiasi

2 Novembre 2020 • Luxury-Escape

Cavoli a Merenda, il ristorante che si nasconde in un elegante palazzo milanese del Settecento

Ingredienti di ottima qualità e semplicità d’esecuzione, così potrebbe essere descritto Cavoli a Merenda. Vanessa Viscardi, chef e ideatrice del progetto, apre le porte di casa sua (abita proprio al lato del ristorante) a chiunque voglia godere di un pasto in compagnia e farsi travolgere da un’ondata di sapori genuini. Tipicamente milanese nella scelta della location, ovvero un palazzo patrizio del 1700 che non si nota a meno che si conosca già, Cavoli a Merenda non è solo un ristorante, è un progetto più ampio. Nasce inizialmente come scuola di cucina, per diventare solo successivamente anche ristorante, aperto dal lunedì al venerdì a pranzo e cena, e location per eventi. Ma non finisce qui: il palazzo mette a disposizione anche delle suites per chiunque voglia alloggiare per più giorni e viversi Milano a 360 gradi.

La scuola di cucina nasce dalla passione culinaria della chef e dalla voglia di trasmettere l’arte dei fornelli, magari anche a chi vede la cucina come acerrima nemica. Il segreto, come afferma la stessa Viscardi, sta nello scegliere materie prime di ottima qualità e poi optare per semplicità e leggerezza. Caratteristiche evidenti anche nella location, che unitamente all’eleganza, alla storicità e all’armonia delle sale antiche e della terrazza esterna, creano un’atmosfera da sogno ideale per eventi privati e cerimonie.

Cavolo che Menù!

Alla base della filosofia del ristorante si trovano prodotti sani e genuini, l’estro creativo della chef e un menù che varia ogni mese secondo la stagionalità. Il tutto risulta in una selezione di piatti ricercati, seppur assolutamente leggeri e semplici esecutivamente parlando. Le materie prime vengono accuratamente selezionate da fornitori di fiducia, mentre le cotture sono scelte appositamente per esaltare le proprietà organolettiche degli alimenti. Con l’aiuto della dietista Katrin Kurz ogni piatto è perfettamente bilanciato per una corretta alimentazione e, grazie al sommelier Marco Longagnani, ogni pietanza è accompagnata dal giusto vino.

Un menù gustoso ma equilibrato quindi, ricco dal punto di vista nutrizionale, che però non appesantisce. Una cucina tradizionale ma giovane, con nuovi ingredienti da sperimentare e ispirazioni basate sull’umore; non si eccede nel condimento e al burro si preferisce l’olio, mentre per la cottura si predilige quella al vapore. Dai primi di pesce, ai secondi di carne, passando per qualche piatto vegetariano, Cavoli a Merenda è una cucina in continua evoluzione che non smette mai di sorprendere.

 

di Alessia Mandelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *