Il Castello di Fighine, una fiaba nel cuore della Toscana

20 ottobre 2018 • Luxury-Escape

Un Castello da sogno

Immerso tra i colli toscani, tra la valle del Puglia e la valle della Chiana, si trova un piccolo borgo, Fighine. In cima si trova un Castello, omonimo del borgo, che vigila sulla valle, imponente, dove è d’obbligo andare se ci si trova in Valdichiana.

Il Castello di Fighine e la sua storia

Le sue origini risalgono al Medioevo, nel 1058 in relazione alla Pieve di Santa Maria de Fighine del nobile longobardo Gottifredo. Ma le prime notizie certe si devono alla famiglia Visconti di Campiglia d’Orcia che fu feudataria di San Casciano dei Bagni. Per almeno due secoli la posizione strategica del Castello, al confine con la Valdichiana Senese, lo rese contesissimo tra nobili, condottieri e capitani di ventura per i loro fini bellici. Arrivata finalmente la pace intorno al Castello, questo perse la sua importanza strategica e divenne prima proprietà della Repubblica di Siena, successivamente del Granducato di Toscana.

Attualmente il Castello di Fighine, con la sua particolare struttura del cassero, conserva l’originaria forma quadrangolare con tre torri agli angoli, di cui una quadrata e visibilmente più alta delle altre. Quest’ultima è la parte più antica della fortezza e per questo è chiamata anche “Torre Vecchia”. Dalla torre quadrata e da quella semiottagonale partono le mura di difesa del Castello, che ancora oggi circondano il piccolo borgo. Lungo la muraglia, intervallata da piccole torri tonde, si trova la Chiesa di San Michele Arcangelo, unico e prezioso luogo di culto del borgo, dove si possono trovare le tele con immagini di santi di scuola orvietana e fiorentina dell’XVIII secolo.

Così, percorrendo il borgo all’interno e nei suoi immediati dintorni si osserva chiaramente la storia di questo antico luogo, tra mura diroccate, fortificazioni belliche, ballatoi e mura difensive. La storia si respira in ogni angolo. È probabilmente proprio la sua intricata storia che lo rende uno tra i più suggestivi angoli d’Italia, dove è d’obbligo fermarsi se si è in Valdichiana.

La moderna riconversione turistica del Castello

Oggi il Castello di Fighine è a tutti gli effetti un luogo di attrazione turistica. Sono infatti presenti numerosissime zone ricettive per i visitatori e residenti. Infatti, in questo splendido borgo è possibile passare alcuni giorni immersi nella natura, in un paesaggio quasi immacolato. Ci sono diverse strutture dove i turisti possono alloggiare. Inoltre, a pochi passi dal Castello c’è un ristorante, ovviamente omonimo, che si è guadagnato una delle ambitissime stelle Michelin. La presenza della Chiesa di San Michele Arcangelo permette di celebrare matrimoni da favola grazie all’affascinante paesaggio medievale.

 

di Jennifer Pini

[ssba]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *