Teatro alla Scala di Milano: il teatro si rivela attraverso i social

18 Giugno 2020 • Lifestyle, Theatre

Teatro alla Scala di Milano

La chiusura forzata delle attività a causa dell’emergenza sanitaria ha rallentato non solo la quotidianità dei cittadini, ma, disgraziatamente, anche la vita nel contesto culturale e artistico, che per noi italiani risulta fondamentale. Per il Teatro alla Scala di Milano il lockdown è iniziato immediatamente dopo la scoperta dei primi pazienti positivi al Covid-19, quindi a partire dal 23 di febbraio 2020. In ottemperanza ai provvedimenti di contenimento del contagio, il Teatro alla Scala di Milano ha sospeso le rappresentazioni e l’attività artistica fino al 16 luglio 2020 compreso. Ciononostante, il Teatro continua ad esprimersi artisticamente attraverso i social.

Il Teatro non si ferma

L’arte é la nostra più grande risorsa a cui attingere nei momenti di dolore. Infatti, nelle settimane di chiusura forzata della Sala il Teatro alla Scala di Milano ha moltiplicato le iniziative online per dare voce a tutti gli artisti forzatamente inoperosi, che contraddistinguono il fascino del teatro.  Accanto alla condivisione di 30 titoli di opera e balletto su RaiPlay e di oltre 259.000 immagini dagli archivi del Teatro su Google Arts and Culture, i social media hanno proposto curiosità e notizie.

A partire da sabato 23 maggio, il calendario social si è arricchito di nuovi appuntamenti. Attualmente varia dalla presentazione dei Mestieri dell’Opera ai podcast di approfondimento con i grandi Maestri. Su Instagram sfoggia perfino passi di danza con i ballerini e la domenica propone video dei Concerti per i più piccoli. Infine, le Conversazioni sul Teatro tenute dal Sovrintendente Meyer continuano con nuovi ospiti, come il tenore Juan Diego Flórez e la nota ballerina Alessandra Ferri, come sempre meravigliosa e scintillante nelle sue performance impeccabili.

YouTube

Il podcast, contenuto solo audio che può essere fruito in qualsiasi momento, è senza dubbio il format che permette il maggior livello di approfondimento. Il Teatro ha affidato al pianista e critico musicale Luca Ciammarughi una serie di piacevoli interviste di mezz’ora ciascuna. Queste ultime si svolgono con i protagonisti della musica e del teatro, e vengono pubblicate ogni sabato e mercoledì a partire dalle ore 09:00 sul canale YouTube del Teatro alla Scala.

Facebook

Uno spettacolo alla Scala è una creazione collettiva cui partecipano centinaia di artisti. I nuovi appuntamenti dei social scaligeri desiderano dare voce proprio a tutti questi professionisti. Ricordiamo le conversazioni delle 14:00, tenute dal Sovrintendente Meyer. Il 26 Maggio il Sovrintendente ha intervistato uno dei cantanti più amati del nostro palcoscenico, il tenore Juan Diego Flórez. Ricordiamo inoltre la grande danza con l’étoile Alessandra Ferri di venerdì 29 Maggio. Infine, la domenica alle 10 del mattino arrivano i “Concerti per famiglie”, con gli ensemble strumentali della Scala. I video dei concerti dedicati ai bambini e alle loro famiglie cominciano con l’Ensemble Barocco della Scala che esegue la “Sinfonia per archi in re maggiore” di Vivaldi con l’introduzione di Gioele Dix. Un semplice link nel post permette di scaricare la guida all’ascolto illustrata.

Instagram

Mercoledì 27 Maggio Claudio Coviello ha inaugurato il ciclo “A passi di danza con i ballerini della Scala”. Ciascun ballerino spiega un passo mostrandone l’esecuzione dal vivo. La prossima protagonista sarà la giovane Nicoletta Manni.  L’obiettivo del Teatro alla Scala di Milano è quello di continuare a esprimersi attraverso l’arte, anche in momenti difficili come questo, con la speranza che presto si potrà tornare a godere delle meraviglie artistiche seduti sulle poltrone del nostro teatro. Nel frattempo però, possiamo usufruire dei mezzi della tecnologia per continuare a supportare gli artisti e a sentirci tali, poiché perfino nei momenti di sconforto l’arte si dimostra la nostra prima compagna di vita.

 

di Angelica Pria

2 Responses to Teatro alla Scala di Milano: il teatro si rivela attraverso i social

  1. Massimiliano ha detto:

    Complimenti 🙂 continua così.
    Ciao.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *