Tutto pronto per la settantaduesima edizione dei BAFTA

8 Febbraio 2019 • Lifestyle, Movies

BAFTA: Il 10 febbraio si alza il sipario sulla prestigiosa cerimonia, cugina inglese degli Oscar

Chi ama il cinema sa che questo è il periodo dell’anno più intenso nel settore. Dopo i Golden Globe, prima della notte degli Oscar, Londra si prepara ad accogliere i British Academy Film Awards. Il 10 febbraio infatti, la Royal Albert Hall ospiterà la più significativa cerimonia del mondo cinematografico inglese.

La settantaduesima edizione dei BAFTA vedrà in gara i migliori film, nazionali e non, del 2018. Ancora una volta sarà l’attrice Joanna Lumley ad avere l’onore di presentare l’attesissima cerimonia britannica.

Le candidature per le diverse categorie sono state rese note dallo scorso 9 gennaio. Da allora, esperti del settore, giornalisti e spettatori si sono impegnati a immaginare ipotetici trionfanti. Chi si aggiudicherà il premio come miglior film? Quali attori metteranno le mani sulle prestigiose e iconiche maschere?

BAFTA – Con 12 nomination La favorita si rivela il film dominante di questa edizione

A prescindere da quali saranno i vincitori della settantaduesima edizione BAFTA, si può affermare che quest’anno sarà ricordato come quello de La favorita. Il lungometraggio diretto da Yorgos Lanthimos (lo stesso di The Lobster e  de Il sacrificio del cervo sacro) si è guadagnato ben 12 nomination. Ancora una volta il regista greco dimostra la sua genialità artistica confermandosi uno dei migliori registi della nuova generazione.

A rendere il film ulteriormente competitivo, inoltre, è la sublime interpretazione del trio di attrici, ingranaggi della trama. Olivia Colman, Emma Stone e Rachel Weisz si sono infatti aggiudicate le candidature di Migliore attrice protagonista (Colman) e Migliore attrice non protagonista (Emma Stone e Rachel Weisz). Tra i titoli più rilevanti in gara, seguono il capolavoro di Lanthimos le pellicole di A star is born, Roma, Bohemian Rhapsody e Il primo uomo- First man.

Nella categoria del Miglior film straniero, tra i cinque candidati c’è anche l’italianissimo Dogman. La pellicola di Matteo Garrone riesce insomma a prendersi una piccola rivincita dopo l’esclusione dagli Oscar. A concorrere con Dogman ci saranno Roma di Alfonso Cuaron (uno dei super favoriti di questa edizione), Cold War di Pawel Pawlikowski, Un affare di famiglia di Hirokazu Kore’eda, e Cafarnao di Nadine Labaki.

 

di Debora Lupi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *