Miss Italia spegne ottanta candeline: Il compleanno in casa Rai

4 Settembre 2019 • Event, Lifestyle, News Zoom

Quest’anno Miss Italia, il concorso di bellezza per antonomasia, compie 80 anni e nulla poteva rendere omaggio al meglio a questo traguardo del suo ritorno sul palco di Rai Uno dopo sei lunghi anni d’assenza. Andrà in onda venerdì 6 Settembre 2019, in diretta da Jesolo, in prima serata.

Miss Italia, tra tradizione e rivoluzione

“Miss Italia è un grande sogno per tante ragazze italiane. Oggi realizzo il mio, quello di tornare sul palco di Rai Uno per festeggiare gli 80 anni del concorso”. È così che Patrizia Mirigliani, patronne di Miss Italia, ha esordito il primo agosto negli studi del programma “La vita in diretta”, confermando il ritorno del rinomato concorso alla sua storica vetrina. Il concorso sarà coprodotto da Rai e Infront, società che da ormai due anni detiene i diritti di marketing, sponsorizzazione e produzione del programma.

Se da un lato si è optato per il ritorno alle tradizioni, dall’altro ci si è voluti spingere verso l’oceano inesplorato della novità. Francesco Facchinetti, alla guida del programma durante le ultime tre edizioni, passa il testimone ad Alessandro Greco. Il conduttore pugliese non è nuovo nell’ambiente, negli anni Novanta ha condotto le Prefinali a Riolo Terme e sempre a Miss Italia ha trovato l’amore, sua moglie Beatrice Bocci, seconda classificata dell’edizione del 1994.

Il nuovo volto dello storico concorso

Sembra che quest’anno a Miss Italia si voglia respirare aria nuova, e infatti saranno molte le novità che accompagneranno l’ottantesima edizione.

In occasione di questo importante compleanno e del ritorno su rete nazionale, la serata sarà allietata dalla presenza di un’orchestra diretta da Gerardo Di Lella, che intratterrà il pubblico e gli spettatori con l’esecuzione di colonne sonore di film cult della tradizione italiana riconducibili a famosi compositori quali Nino Rota, Ennio Morricone, Riz Ortolani. Per attenersi al tema della serata, che trova la sua essenza nel numero “ottanta”, l’orchestra diretta dal maestro Di Lella eseguirà alcuni dei brani più celebri proprio degli anni Ottanta.

Potere al popolo

Per la prima volta tutte le fasi della votazione saranno affidate esclusivamente al televoto. Questa scelta probabilmente è stata fatta in seguito a diverse polemiche smosse dopo l’elezione delle ultime reginette di bellezza, che non sempre sembravano incontrare gusti e aspettative del pubblico.

Altra novità sarà il ripescaggio, durante il quale una giuria tecnica, composta da conduttrici d’eccezione come Caterina Balivio e Milly Carlucci, avrà la possibilità di riportare in gara una tra le ragazze già eliminate dandole la possibilità di rimettersi in corsa per il proprio sogno insieme alle altre due Miss scelte dal pubblico.

Miss Italia scende in piazza contro le polemiche

Soprattutto negli ultimi anni, dove argomenti come “mercificazione della donna”, “emancipazione”, “femminismo” sono particolarmente salienti, il concorso è stato bersaglio di critiche da parte di molti. Quest’anno le ottanta ragazze in corsa per il proprio sogno hanno deciso di far sentire la propria voce partecipando alla tradizionale parata che ogni anno si svolge a Jesolo tra Piazza Torino e Piazza Milano, tenutasi durante la serata di venerdì 30 Agosto, trasformandola in protesta.

“La bellezza non è una colpa”, “Nè’ nude nè mute”, “Libera di scegliere”, “Essere belle non è un reato”, “Sono mamma e sono miss”, “Studio matematica e sono miss”, sono solo alcuni degli slogan apparsi sui cartelli sollevati con orgoglio da ragazze che nutrono la necessità di rivendicare il proprio diritto a sentirsi belle senza per forza dover essere considerate oggetto della società.

Per lo storico concorso di bellezza sembra proprio questo l’anno del rilancio, chissà se il connubio tra tradizione e rivoluzione basterà a riportare Miss Italia all’apice del successo.

 

di Alice Bonalumi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *