Megan Hess e il suo tributo alla moda italiana

9 novembre 2018 • Books, Lifestyle

La celebre illustratrice di moda Megan Hess sceglie Milano come unica data italiana del tour di lancio del suo libro “Iconic, the Master of Italian Fashion”. Un tributo ai grandi maestri italiani, una celebrazione narrata visivamente attraverso le sue inconfondibili illustrazioni. Un appuntamento imperdibile, che ha avuto luogo il 7 Novembre alla Librairie de L’Arabesque.

Megan Hess e il ritorno dell’illustrazione di moda: tra autenticità e tradizione

La fotografia, ormai sempre più costante e presente nella vita quotidiana, pare abbia preso il sopravvento sull’illustrazione di moda; ma non è forse la conclusione del progetto stesso? Qui interviene l’illustrazione, da intendersi come una dimostrazione visiva di ciò che è la nascita e l’elaborazione di un’idea. Una tecnica quasi scomparsa, che detiene però una potenza ed efficacia ineguagliabile.

L’illustrazione ci conduce al momento creativo in tutta la sua totalità: dagli occhi all’immaginazione, dalla forma al colore, dalla personalità alla sua concretezza. Così Megan Hess riprende e rimodernizza l’autenticità di una tradizione iniziata molti anni fa, celebrando il lavoro di dieci tra i più noti e ammirati designer italiani: Armani, Gucci, Fendi, Valentino, Pucci, Prada, Miu Miu, Missoni, Dolce e Gabbana.

Un tributo da parte di una delle più affermate illustratrici moderne di moda, che nella sua vita ha  collezionato grandi collaborazioni con grandi nomi: Louis Vuitton, Dior, Yves Saint Laurent, giusto per citarne alcuni, ma anche illustrazioni di copertina della serie “Sex and the City book” di Candace Bushnell. I suoi libri hanno venduto oltre 300.000 copie in tutto il mondo e mostrano il meglio della moda in un modo sognante, creativo, stimolante e innovativo. Megan Hess nel suo lavoro unisce il disegno a mano con l’elaborazione digitale in un modo che migliora l’autenticità di questo concetto.

Un’inconfondibile location

Un ambiente dalla luce semi soffusa, calda, accogliente, in cui il tempo ora sembra essersi fermato agli anni ’60. Siamo all’Arabesque, negozio di culto nel centro di Milano, in cui poter ammirare oggetti di rara bellezza, dal gusto un po’ retrò. Una scelta di grande impatto visivo e raffinatezza, perfettamente in linea con il concept dell’evento. Un “petit salon de curiosités”, una wunderkammer che ospita colori, profumi, sapori, forme, giochi di luci e ombre, opere d’arredo, libri, tessuti, abiti e accessori unici nel loro genere. Il luogo d’eccellenza per instancabile ed insaziabili appassionati del bello.

 

di Francesca Mileti Nardo

[ssba]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *