Lino Musella e lo spettacolo Who is the King?

10 ottobre 2018 • Lifestyle, Theatre

Lino Musella e Paolo Mazzarelli ideatori dello spettacolo Who is the King?

Potere, gloria, ammirazione, sangue. Da sempre le vicende umane accadono, governate dalla forza di questi desideri. Territori conquistati, trionfi, rivolte, uccisioni, tradimenti: la volontà di potere scorre nell’animo umano, trascinando in spirali di perdizione, follia e bramosia anche gli uomini più nobili. È la storia del mondo, ed è la storia che William Shakespeare, a cavallo tra XIV e XV secolo ha raccontato, portando in scena con i suoi Drammi Storici le vicende degli otto Re di Inghilterra che si susseguirono durante la Guerra Delle Due Rose. Una storia lontana, ma che avremo presto il piacere di riascoltare. Proprio con il cadere delle foglie, l’avanzare della nebbia e l’arrivo dell’autunno, potremo immergerci nuovamente nelle vicende misteriose dell’Inghilterra del Quindicesimo Secolo e riviverne l’oscura e affascinante atmosfera.

Lino Musella e Paolo Mazzarelli alla riscoperta dei Re shakespeariani

Al Teatro Franco Parenti di Milano, andrà in scena Who is the King?, un percorso di riscoperta delle vicende dei Re shakespeariani che, per la prima volta, si presentano a teatro tutti insieme, raccontandosi in un nuovissimo e coraggioso percorso ideato da Paolo Mazzarelli e Lino Musella, sviluppato in quattro macro episodi. Una vera e propria serie che abbandona la comfort-zone della televisione e si avventura  a teatro, raccontando in modo episodico e unico, un intero secolo di storia.

Il percorso, sapientemente costruito dagli autori, vedrà ogni Re conquistare il palco e raccontare le proprie vicende, nell’arco della vita che va dalla giovane età sino alla vecchiaia, per giungere poi  alla morte, momento in cui il nuovo Re calpesterà il palco, conquistando il potere. Si partirà dal racconto di Riccardo II, un Re intimamente lacerato dal potere, emotivo, volubile e in balia degli eventi, passando per i trionfi di Enrico V, saggio, leale e autorevole, fino ad arrivare all’inferno, nell’animo di Riccardo III, un Re spietato, deforme, oscuro.

Secondo le parole di Mazzarelli: “Who is the King è una domanda e un’affermazione insieme […] è la domanda che tiene banco in tutti i drammi storici, è una domanda attorno alla quale si costruiscono tutte le dinamiche di congiura, guerra, alleanza, sfida, amore, che riempiono e animano i testi”. Ed è anche una domanda che ben si adatta a questo progetto, ideato da varie teste pensanti e organizzative, che collaborano senza tregua a un processo creativo fecondo e innovativo. Lo spettacolo andrà in scena per la Prima Nazionale, con due episodi iniziali al Teatro Franco Parenti di Milano questo Ottobre.

 

di Sara Pacella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *