La Fondazione Fila Museum

8 Luglio 2020 • Art, Lifestyle

La mission della Fondazione Fila Museum: custodire e tramandare

Nel 2010, l’allora CEO del marchio biellese Fila, Gene Yoon, istituì la Fondazione Fila Museum. Con sede in via Mazzini, 3 a Biella, oggi sono 10 anni che l’istituzione opera, custodendo e tramandando la storia e l’identità del noto brand italiano. La Fondazione Fila Museum nasce con un doppio scopo intrinseco: conservare e tramandare. È un archivio ma anche un museo, che salvaguarda la memoria delle collezioni passate e le mette a disposizione del pubblico con il fine di ispirare e di diffondere la conoscenza del marchio Fila.

Cosa si trova in esposizione?

L’archivio-museo Fila espone un catalogo che supera i 25mila oggetti, custodendo uno spaccato affascinante dell’evoluzione della moda sportiva negli ultimi decenni. Oltre 7mila pezzi di abbigliamento e 884 accessori come borse, cappelli, orologi e occhiali. Ma il numero che più colpisce è quello dei modelli di scarpe: oltre 17mila, prodotte dal 1987 fino a oggi. A ciò si aggiungono migliaia di documenti digitali, fotografie, video e disegni tecnici che testimoniano passo dopo passo l’evoluzione del marchio biellese. Un occhio attento potrà rilevare il fil rouge che lega le creazioni dell’azienda lungo la sua storia, tramandando la sua identità fino a oggi.

Il contatto tra impresa e cultura: le attività della Fondazione

La Fondazione Fila Museum fa parte di Museimpresa, Associazione Italiana dei Musei e degli Archivi d’Impresa con la quale coopera nell’organizzazione di eventi e iniziative. Grazie a questo sodalizio, ogni anno, in novembre, prende parte alla settimana della Cultura d’Impresa. La Fondazione ha aderito al progetto “Centro Rete Biellese degli Archivi Tessili e della Moda”, in cui collabora con enti aventi le sue stesse finalità, convinta che la cooperazione sia la chiave per l’eccellenza.

Parte dell’attività che sta a cuore al brand è la sensibilizzazione dei giovani al movimento, allo sport e alla buona salute. Ciò si concretizza nella collaborazione con ragazzi nelle scuole, offerte di stage e progetti culturali sul territorio. In questi primi dieci anni di vita, l’archivio-museo Fila non ha solo raccolto e mostrato tutte le creazioni del brand, ma anche attività e documenti allo scopo di ispirare chi guarda su tutti i fronti: produttivo, creativo e sportivo.

 

di Chiara Pellini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *