Disco Gufram: un revival della joie de vivre degli anni ‘70

27 Aprile 2018 • Design, Lifestyle

In occasione della Milano Design Week, Charely Vezza lancia il nuovo progetto Disco Gufram: una elettrizzante collezione di arredi realizzata con l’aiuto di alcune note realtà del design europeo.

Ad Atelier Biagetti di Alberto Biagetti e Laura Baldassari, Gufram ha affidato il compito di produrre una serie di divani imbottiti, che i designer hanno realizzato ispirandosi proprio ad una collezione già lanciata da Gufram alla fine degli anni ’70: la “Linea Discoteca”. Il duo ha prodotto quindi cinque modelli di sedute che portano i nomi di Tony, Stanley, Charly, Jimmy e Betsy.

Ai francesi di GGSV, gli artisti Gaëlle Gabillet e Stéphane Villard, Charely Vezza ha chiesto di realizzare una serie di tappeti dall’aspetto ipnotico: da questa idea è nata “Dance Floor”, una collezione dai colori brillanti e dalle forme variabili che traggono spunto dalle geometrie degli spazi da ballo.

Tre cabinet e due coffee-table, gli “After Party”, sono invece stati affidati allo studio olandese di Robin Stam e Joeri Horstink, il Rotganzen. La struttura lineare ed essenziale tipica dell’arredo contemporaneo fa da appoggio ad un’iconica palla stroboscopica, rivisitata in chiave quasi surrealista, sul punto di dissolversi.

Una conferma della predilezione di Gufram per i pezzi iconici del periodo anni ’60-’70, che in questa collezione si fondono con le linearità tipiche contemporanee.

di Arianna Altimani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *