Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn

11 Febbraio 2020 • Lifestyle, Movies

Margot Robbie è Harley Quinn: dalle opere d’autore al cinecomics

Il mondo cinematografico comprende indubbiamente un vastissimo insieme di generi: dal thriller alla commedia, dall’horror al film sentimentale, dall’autobiografico al drammatico. Come dimenticare però i film sui supereroi, nati per adattare al grande schermo il mondo dei fumetti, di cui indubbiamente Harley Quinn, interpretata per la prima volta da Margot Robbie, rappresenta uno dei personaggi fumettistici più iconici degli ultimi anni. L’attrice australiana è passata infatti da opere di autore, di cui ricordiamo “Once Upon a Time in Hollywood”, del grande maestro Quentin Tarantino, al mondo più spregiudicato dei cinecomics. Il ritorno di Harley Quinn avviene dopo quattro anni dall’uscita di “Suicide Squad”, di David Ayer, e vede la protagonista in piena crisi sentimentale dopo la rottura con Joker.

L’anti-eroina di Gotham City

Codini multicolore, mazza da baseball e pattini a rotelle sono i tre elementi immancabili del look di una anti-eroina, folle e irriverente come Harley Quinn. Con il cuore spezzato si trova a Gotham per la prima volta senza Joker, ma non è sola: presto farà squadra con donne che sono l’opposto del convenzionale. Renee Montoya (Rosie Perez) è una detective, Huntress (Mary Elizabeth Winstead) è un’eccellente combattente e vendicatrice armata di balestra, e Black Canary (Jurnee Smollett-Bell) è dotata di un potente urlo ultrasuono. Il gioco del destino e l’ingresso in scena di Cass Cain (personaggio che segna il debutto di Ella Jay Basco) unirà le “fantastiche 4” nella lotta contro il criminale Black Mask, ottimo rimedio per annegare il dispiacere dopo la separazione dall’antagonista di Batman dai capelli verdi.

La rivincita del femminismo

Perfetto per una serata tra amiche o per un incontro romantico alternativo, Birds of Prey è una celebrazione del femminismo che unisce in modo sconvolgente e impertinente più generi, tra cui troviamo la rom com e l’action. Proietta su schermo la rivincita di una donna che vuole dimenticare l’ex e imparare a bastarsi da sola in piena libertà e indipendenza. Al cinema dal 6 febbraio 2020, Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn celebra il girl power in modo del tutto anticonformista.

 

di Alice Arosio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *