Milan Digital Fashion Week: Il tributo all’Italia di Alberta Ferretti

15 Luglio 2020 • Fashion

Alberta Ferretti, collezione Resort 2021

La collezione Resort 2021 firmata Alberta Ferretti ci porta in un viaggio virtuale attraverso le bellezze dell’Italia, alla riscoperta dei nostri luoghi e di un day-wear sofisticato. Sulla rinnovata piattaforma di Camera Nazionale della Moda, creata in collaborazione con Accenture e Microsoft, è andato in onda il primo giorno della Milan Digital Fashion Week. Nonostante la settimana sia dedicata alla Moda Uomo, anche le linee Resort e le pre-collezioni donna trovano il loro momento in streaming. Alle 15 è stato il momento di Alberta Ferretti, con un video che porta in un viaggio digitale in Italia i 15 nuovi look.

Una palette che segue i colori dell’Italia

In circa 3 minuti, impossibile non provare ad indovinare le stupende architetture della cara Italia. Si scorge il Vesuvio in lontananza, alternato al Vittoriano, il Colosseo, Piazza Plebiscito, Piazza San Marco e la Galleria Vittorio Emanuele II di Milano. Su di loro aleggia la donna Alberta Ferretti, nelle proposte daywear vitaminiche come il primo look rigorosamente total pink. Rosa abbinato all’arancio, per lasciar spazio al blu, ricamato in tie-dye, insieme alla fantasie floreali che creano patchwork anche con le classiche righe marinière. Queste le tonalità che si susseguono a partire da una città metropolitana e vibrante come Milano, per passare poi ad una visita a Venezia e Napoli. Toni neutri abbinati al corallo ancora per i look effortless di città.

Le linee dal giorno alla sera

Dai tuxedo work-wear, a caban, bluse e camicie, che insistono sui bermuda andati in voga quest’anno, ai leziosi mini abiti ricamati. È quando cala il sole e si accendono le luci che gli abiti si allungano e le tonalità sabbia creano un effetto pendant con i monumenti della Città Eterna. Linee pulite che richiamano gli anni e le creazioni di Mariano Fortuny, che a sua volta si rifece all’arte greca. Abiti plissettati come colonne scanalate e dagli scolli decorati come capitelli corinzi chiudono questo viaggio immaginario di chi può andare fiero di essere italiano.

 

di Pamela Romano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *