Marni FW19/20: la stravagante liason tra Marni e Bruno Bozzetto

23 Luglio 2019 • Fashion

Marni e Bruno Bozzetto, una fantastica liason

Per questa collezione FW 2019-2020 lo stile di Marni si fonde con l’estro creativo del famoso fumettista italiano Bruno Bozzetto. La fantastica liason tra Marni e Bozzetto ha generato un risultato a dir poco esplosivo. I capi di Marni vengono animati dalle stampe cartoon, portando in passerella l’universo immaginario di Bozzetto.

Come in un frame

Francesco Risso, direttore creativo di Marni, definisce la collezione che ha sfilato per la FW 2019-2020 “un’esplorazione metamorfica della nuova gioventù, condotta sul filo della tridimensionalità”. Come in un frame di “Allegro ma non troppo”, film di animazione di Bruno Bozzetto del 1976: è da qui che sono tratti i motivi delle stampe.

I disegni di Bruno Bozzetto prendono vita su una selezione di capi sotto forma di serpenti, dinosauri e giovani fauni che definiscono pattern psichedelici o maxi disegni piazzati; tutto si mescola e si fonde con cappotti di bouclè, classiche giacche e pantaloni di fustagno, camicie oxford.

Via via che lo show prosegue, l’aria  psichedelica ruba la scena con un vestiario ribelle che cambia i connotati a t-shirt in cotone, camicie fluide e stravaganti pigiami in seta. E ancora, parka reversibili dalle linee oversize e anorak. Maglie in mohair a macro righe colorate si alternano a gessati “disallineati” e alle stampe riprese dal film di animazione di Bruno Bozzetto.

L’arte anima gli accessori

Il risultato di questa liason è un’esplosione di creatività, al confine tra immaginazione e realtà, che si esprime anche negli accessori, come i mocassini graffettati e assemblati, e i Banana Sock boots, oltre a lucchetti, fiaschette e catene. L’ironia dei disegni dell’artista è trasposta anche su una linea di tote bag in PVC monocolore dai manici in pelle a contrasto, che ritraggono creature antropomorfe amplificate. Ogni borsa è dedicata ad un personaggio specifico, e lascia immaginare storie di fantasia dai tratti umoristici.

Risso associa a questa collezione una “filastrocca allegra non troppo”, che recita: “Accipicchia sono arrivati. Li abbiamo scatenati. Viluppo di neuroni, antifone, emozioni. Protestano per tutto, indossano tenzoni. Uno diventa l’altro, l’altro diventa uno, solo non è mai nessuno”. Una tribù di ragazzi (definiti la “spietata gioventù”), che “mandano ai pazzi, so’ terribili, ma incredibili. Mai sull’onda, voglion la baraonda”. Un gruppo che «è feroce, ma non nuoce. Nuoce solo all’arroganza che s’allarga nella stanza».

I prodotti realizzati in collaborazione con Bozzetto saranno disponibili nelle boutique Marni di tutto il mondo e sul sito ufficiale www.marni.com a partire da questo luglio 2019.

 

di Daniela Carusone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *