La collezione Autunno/Inverno di Giuseppe Zanotti

26 Febbraio 2020 • Fashion

Giuseppe Zanotti: l’incontro delle arti

Giuseppe Zanotti colpisce nel segno anche questa volta: la collezione rispecchia senza dubbio il suo codice stilistico dal gusto eccentrico, unico e inconfondibile, che da sempre conquista i red carpet di tutto il mondo. La proposta Autunno/Inverno 2020 del noto stilista italiano, unisce il virtuale, il tecnologico e il reale per mezzo di un progetto chiaramente ispirato al mondo del cinema, della musica e dell’arte. La moda di Giuseppe Zanotti si riassume in una lotta tra delicatezza ed eleganti contrasti che trovano la giusta armonia nelle forme, talvolta fiabesche e talvolta stravaganti. L’era della scarpa, e non solo, è celebrata in modo energico, deciso e concreto, senza dimenticare l’universo degli statuari tacchi gioiello e sneakers couture.

Gli infiniti volti di Zanotti

“Volevo ritrarre entrambi i lati dell’uomo e della donna Giuseppe Zanotti: eleganti, moderni, indipendenti e sempre in grado di distinguersi da chiunque altro”. Queste sono le parole che lo stilista dedica alla campagna pubblicitaria allestita per questa collezione. La delicatezza e la sfrontatezza, la luce e il buio, la classe e il moderno si incrociano per dare luogo ad una linea inimitabile. Le linee geometriche dominano tutte le altezze: dallo stiletto ai flat, dai tacchi medi alle platform.

La scarpa è sensuale, forte e aggressiva, completamente in linea con le borse, anche in questo caso regolari e squadrate. I colori su cui si concentra il designer spaziano nelle tonalità del dark, che viene però sempre accostato alle nuances neutre dell’avorio e del beige, sintomo di una impetuosità che lascia spazio ad una nuova morbidezza. Anche per quanto riguarda i materiali, Giuseppe Zanotti gioca con vernice, pelle e camoscio. Ciò che accomuna e percorre l’intera collezione è la nuova galvanica che lo stilista ci presenta: l’acciaio. Fibbie, borchie e tacchi mantengono viva e costante l’impronta del marchio.

 

di Giulia Buda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *