Ferragamo: essere uomo nel 2020

14 Gennaio 2020 • Fashion

Una location “classy” per un brand di classe

Come lo scorso anno, Ferragamo ha presentato la collezione uomo Autunno/Inverno 2020 all’interno della Rotonda della Besana, a Milano. Una location prediletta dal brand, di origine tardo-barocca ma spoglia da ornamenti, che ben si adegua al suo stile classico ed elegante. L’interno  del complesso è costituito dall’antica chiesa di San Michele ai Nuovi Sepolcri. A pianta centrale, lo spazio è stato allestito secondo un set minimale, che lascia ampio respiro alle imponenti colonne in pietra che lo dominano.

Essere uomo nel 2020

Siamo solo ai primi giorni della terza decade del ventunesimo secolo e il mondo della moda maschile si domanda: “Che cosa significa essere uomo nel 2020?”. Risponde il direttore creativo di Ferragamo, Paul Andrew, che solo l’anno scorso debuttò nel suo ruolo all’interno della stessa location.

“Siamo partiti da sei archetipi: Businessman, Biker, Pilot, Sailor, Soldier e Surfer. Li abbiamo poi vestiti utilizzando l’artigianalità e l’approccio anticonformista di Ferragamo. Pur mantenendo l’estetica dell’uniforme, l’idea è stata quella di sovvertirne i canoni, usando materiali dalla texture lussuosa e mescolandone i tratti tipici. Gli abiti ci definiscono; ma se scelti con criterio e senza inibizioni sono uno strumento per sperimentare, evolvere e trasformare. Se nella moda femminile questo concetto è più scontato non lo è altrettanto per l’uomo. Per questo ho voluto liberarlo da un’identità univoca: può avere tante sfaccettature e può cambiare, sempre. È la libertà, che vogliamo esplorare in questi anni ‘20”.

I capi: forme, texture e colori

Una collezione all’insegna della sperimentazione, come la presenta Paul Andrew, che gioca liberamente con tagli, forme e texture. La personalità classica di Ferragamo è mantenuta e allo stesso tempo stravolta. Sulla passerella compaiono cappotti lunghi e corti, completi, blazer over, gilet, pantaloni cargo e in pelle. Dominano le forme ampie, fuori taglia, appunto “over”, sia sopra che sotto. È la rappresentazione di un uomo in movimento, frenetico e affaccendato, come solo nel 2020 può essere. La virilità è rimarcata dall’utilizzo della pelle, dalla texture militare, dagli zaini e dalle valigette da lavoro. È una virilità ponderata dalla palette cromatica di Ferragamo che gioca su toni nobili ed eleganti di nero, blu, marrone e beige.

 

di Chiara Pellini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *