Il concetto di eleganza della maison Trussardi

27 Febbraio 2017 • Fashion

Un’eleganza senza tempo è quella che si è vista sfilare nella collezione prêt-à-porter Autunno/Inverno 2017 firmata Gaia Trussardi, direttore creativo della casa di moda made in Italy dal 2013.

Il levriero, simbolo che ormai da anni rappresenta lo spirito e l’animo di Trussardi in quanto sinonimo di dinamicità ed eleganza, è stato protagonista della sfilata, affiancando fisicamente sia una modella che un modello nelle loro due uscite in passerella.

La palette di colori proposta per la prossima stagione va dal marrone, al beige, al blu (in molte sue sfumature), al bordeaux, arrivando ad un giallo brillante (colore scelto per la giacca dal tocco college). Tra i tessuti più in voga vige sicuramente il velluto, utilizzato per morbidi tailleur dall’ispirazione maschile, o per long dress più sportivi.

Il denim, che non passa mai di moda, è riproposto per i tailleur, per i blazer gessati, per le gonne a pieghe e per i bomber dallo stile giovanile e fresco. Non mancano capi in lana, pelle, un tocco di pelliccia e dettagli in anguilla. I lunghi cardigan e i mini pull la fanno da padroni sulla scena.

Anche gli accessori rivestono un ruolo preminente: proposti stivaletti in suede, cappellini di lana con pon pon in pelo o con stemmi araldici, borse di pelle a tracolla o a mano, borsoni da viaggio (pensati sia per l’uomo che per la donna), fasce per capelli, occhiali, choker. La sfilata ha visto anche un alternarsi di maschile e femminile (nove le uscite da uomo), il tutto armonizzato con grande classe.

Un’altra collezione Trussardi che mescola il passato con il presente, con l’intento di non dimenticare mai il know how che da sempre contraddistingue la Maison italiana.

di Federica Senatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *