Il lavoro della vestierista nelle sfilate

20 settembre 2015 • Cool People, Lifestyle

Ci siamo, la settimana della moda, l’evento con le sfilate primavera/estate della prossima stagione, si avvicina e Milano in questi giorni si colorerà di fashion e glamour! Nel mondo della moda, infatti, tutto è invidiabile: la vita, le conoscenze, le opportunità, ma soprattutto i lavori! Ce ne sono di tantissimi tipi ma ce n’è uno che spesso viene ignorato dalla maggior parte delle persone: la dresser, ovvero, la vestierista!

Le modelle che vedete nelle foto di una sfilata su un giornale o nei video in diretta dalle passerelle, da chi vengono vestite? Dalle vestieriste! La vestierista si occupa infatti dei vestiti della modella/modello nelle sue varie uscite, deve stare attenta che ci siano tutti, che siano stirati, puliti e privi di ogni imperfezione. Dopo essersi assicurata di questo, seguendo la scaletta di uscita in passerella dei modelli, li aiuterà a vestirsi il più velocemente possibile, uno dopo l’altro, in ordine di uscita. Il look di ogni modello deve essere perfetto, solo a questo punto verrà mandato in fila per la passerella.

Per fare la vestierista non è necessario seguire scuole o corsi specifici, basta avere tanta passione per la moda, essere svegli e avere tanta volontà! Le agenzie di moda cercano in diverse università e accademie ragazze disponibili per fare questo lavoro, per il quale non è richiesta esperienza, solo determinazione, stile e gusto.

La giornata tipo di una vestierista comincia intorno alle 17, quando arriva alla location dove si svolgerà la sfilata. Si presenta rigorosamente vestita di nero e in abiti confortevoli e che facilitino bene i movimenti. Dopo aver fatto un giro di ricognizione tra i vari stand affollati di gente, dalle modelle ai parrucchieri, ai make up artists, agli stilisti, ad una ad una la responsabile assegna i modelli o le modelle che le vestieriste dovranno vestire: ad ogni vestierista possono capitare 3 modelle e 1 modello o viceversa, oppure tutte modelle o una sola modella. Questo aspetto varia ogni volta, ciò che preoccupa ogni vestierista sono le uscite che ogni modella/o deve fare. Infatti più uscite equivalgono ad un lavoro ancora più frenetico, perché mentre un’indossatrice è in passerella la vestierista deve avere già pronti i suoi vestiti per la prossima uscita e contemporaneamente vestire la modella che sfilerà dopo di lei. Al ritorno della modella dalla passerella, bisogna svestirla, rivestirla e farla ripartire! Ogni vestierista ha un appendiabiti per ciascuna indossatrice che dovrà vestire, con tutti gli outfit che dovrà coordinare, accompagnati ciascuno da una foto esplicativa con il total look di ogni uscita della modella. Bisogna seguire alla lettera ciò che si vede in ogni foto, e stare attente anche agli accessori da far indossare: collane, braccialetti, orecchini, cinture, devono essere applicati alla perfezione, e, se la scheda modello lo richiede, bisogna ricordarsi di aggiungere borse, tracolle, occhiali e cappelli per completare il look alla perfezione! In fila per la passerella lo stilista e il suo fashion designer rifiniscono e perfezionano i look delle loro modelle, si dà una cotonata ai capelli, con una spilla da balia si appunta la sciarpa che non vuole stare ferma, si mette un po’ di gloss…Ovviamente il tutto in tempi che non possono superare i 2 minuti! E’ tutto frenetico e entusiasmante!

Quando le uscite sono finite, le modelle e i modelli si riuniscono tutti in un’unica fila per il finale, dove lo stilista sfila in passerella e riceve tutti i suoi meritati applausi. Nel backstage le vestieriste si abbracciano, applaudono, ridono felici e soddisfatte del lavoro svolto.

A sfilata finita, inizia una delle parti più belle di questo lavoro: finalmente un po’ di tempo per conoscere e ridere con le modelle e i modelli che hanno vestito! Tutti si trasferiscono nella zona “buffet e meeting” dove spesso circolano personaggi del cinema e dello spettacolo ospiti alla sfilata. Qui tra drink, stuzzichini e chiacchiere, la vestierista si riposa dai momenti frenetici passati, ha l’opportunità di conoscere gente nuova, ridere e condividere la sua passione con tante persone. Un aspetto positivo del mestiere della vestierista, infatti, è infatti quello di permettere di conoscere tantissime persone “giuste”, per chi ha passione nel mondo della moda.

Una vestierista deve essere molto veloce ed attenta ad ogni particolare. E’ un mestiere consigliabile ad ogni persona che sia amante del mondo della moda: scoprire cosa sta dietro alle bellissime sfilate che vediamo in tv, il backstage, la frenesia che c’è lì dentro, l’emozione nel vedere la modella che tu hai vestito su un giornale e poter esclamare dentro di te: “Eccola! Lei è quella che ho vestito io!”, è veramente incomparabile.

di Arianna Lestini

2 Responses to Il lavoro della vestierista nelle sfilate

  1. Jessica ha detto:

    Finalmente un articolo che si occupa anche del “dietro le quinte”. Ogni ingranaggio é indispensabile per la buona riuscita di un evento. Le figure che possono sembrare ” marginali” in realtà sono fondamentali perché tutto funzioni perfettamente e nei tempi strettissimi tra un cambio e l’altro.

  2. Bea ha detto:

    Un lavoretto che facevo da studentessa, molto carino specie per chi ha la passione della moda. Ma bisogna essere davvero velocissime e attente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *