“Ricomincio da capo”, situazioni surreali per riflettere sul presente

9 gennaio 2018 • cinezoom

Ricomincio da capo” (titolo originale “Groundhog Day”, ovvero il giorno della marmotta) è un film del 1992 diretto da Harold Ramis, con protagonisti Bill Murray e Andie MacDowell. La commedia, all’apparenza molto leggera, dona molti spunti di riflessione sull’importanza del presente come mezzo per determinare il nostro destino.

Che cosa faresti se la stessa giornata ti si presentasse all’infinito? Ogni mattina ti svegli e sai che vivrai sempre gli stessi incontri, gli stessi incidenti e addirittura gli stessi discorsi. Probabilmente impazziresti; ed è proprio questo che accade a Phil Connors all’inizio della sua storia.

Phil è un meteorologo televisivo, egocentrico e antipatico, che si trova bloccato a Punxsutawney (Pennsylvania) durante il “giorno della marmotta”, il 2 febbraio. Non solo, è costretto a rivivere lo stesso giorno, senza vedere mai il domani.

Si tratta di una metafora molto semplice, eppure tanto potente: se il destino ti riservasse lo stesso giorno da rivivere, che cosa faresti? Ti divertiresti, faresti cose mai provate, vivresti esperienze uniche.

E dopo? Il tempo che ti viene concesso, senza nessun futuro all’orizzonte, lo useresti per pensare e, forse, cambiare: ti renderesti conto dei tuoi difetti e dell’importanza delle persone con cui vivi la tua quotidianità, limiteresti il tuo egoismo in favore della generosità.

Molte risate e situazioni assurde per far fiorire da dentro una domanda molto seria: che cosa faresti se potessi cambiare il tuo destino?

di Maria Giulia Gatti

[ssba]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *