La ragazza con l’orecchino di perla: il fascino di un quadro

6 marzo 2018 • cinezoom

La ragazza con l’orecchino di perla è un film del 2003; diretta da Peter Webber, la pellicola vede come protagonisti Scarlett Johansson e Colin Firth.

Delft (Olanda), 1665. La giovane e povera Griet inizia a lavorare a servizio della famiglia del pittore Johannes Vermeer. L’artista non vive nell’agio, dato che la produzione di quadri è davvero ridotta e la sua famiglia molto numerosa.

La ragazza, curiosa e sensibile alle tecniche artistiche quali il colore e la luce, comincia presto a costruire un legame intimo con Vermeer, che vuole ritrarla come soggetto di una sua opera (“La ragazza col turbante”).

Griet, timida e dolce, deve però subire la gelosia da parte della moglie del pittore, Catharina, insieme alle attenzioni del giovane macellaio Pieter e quelle di van Ruijven, mecenate di Vermeer.

Il film è costruito attraverso una fotografia incredibile; le scene sembrano dei veri e propri quadri degni di un maestro fiammingo. Da notare la verosimiglianza di Scarlett Johansson con la protagonista del quadro.

La pellicola alterna momenti romantici e drammatici, con risultati più o meno positivi. L’ambientazione risulta impeccabile e ricreata alla perfezione, ma la storia non emoziona abbastanza. Bisogna anche ricordare, però, che “I punti d’ombra non hanno meno importanza della luce”.

di Maria Giulia Gatti

[ssba]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *