Prendersi cura della pelle secca con l’arrivo del freddo

4 Novembre 2020 • Beauty

In inverno diventa sempre più necessario imparare a prendersi cura della propria pelle in maniera specifica. Questo perché, a causa del clima particolare, la cute tende a seccarsi e a spaccarsi per via del freddo e del vento, causando irritazioni e fastidi estetici evidenti. Se poi si soffre già di pelle secca, la stagione fredda può acuire ancor di più questi fastidi, quindi è sempre il caso di prepararsi per combatterli. Vediamo dunque cosa succede alla nostra pelle quando diviene vittima degli eventi climatici visti poco sopra e come rimediare alle conseguenze.

Gli effetti del freddo sulla pelle secca

Gli effetti del freddo sulla cute sono parecchi, e alle volte molto invasivi. Per prima cosa, il freddo porta ad un restringimento dei vasi sanguigni e ad un conseguente calo di ossigenazione dei tessuti cutanei. Questo provoca la nascita delle screpolature, dovute ad una pelle ancor più secca, che possono poi peggiorare a causa delle irritazioni portate dal vento pungente. In secondo luogo, gli eventi climatici tipici della stagione invernale possono provocare alterazioni della barriera idrolipidica della cute che protegge la nostra pelle dai fattori esterni e rendendola, quindi, ancora più soggetta alle intemperie.

L’importanza dei prodotti per la detersione

Chi ha la pelle secca sa già che la scelta dei prodotti giusti per la detersione è fondamentale per la salute della pelle. In inverno questa regola vale ancor di più, di conseguenza è importante optare per dei rimedi affidabili e certificati. Non è difficile, dato che online è possibile reperire i migliori cosmetici per l’igiene personale da farmacia, potendo quindi scegliere tra diverse tipologie e trovando quelli perfetti per chi ha la cute secca. Inoltre, bisogna selezionare dei prodotti idratanti ma delicati, dato che la cosa più importante è non aggredire la pelle già stressata dai fattori esterni.

Evitare le spugne da bagno e i guanti

La pelle secca colpita dalle noie invernali diventa molto sensibile alle irritazioni, perché si assottiglia il film lipidico che normalmente la protegge. Di riflesso, è opportuno evitare di usare per un po’ di tempo le spugne da bagno e i guanti, e in generale tutti i prodotti di tipo esfoliante, come gli scrub. Questi ultimi potrebbero infatti peggiorare la situazione.

Usare oli per nutrire la pelle

Fra i migliori rimedi naturali per trattare la pelle secca troviamo gli oli nutrienti, ottenuti dalle essenze e dagli estratti di diverse piante. Questi prodotti sono davvero eccezionali per la cura della cute che soffre di secchezza, in quanto la idratano aggiungendo anche un importante effetto lenitivo, come ad esempio avviene con quello di mandorle dolci. Inoltre non ungono, il che permette di spalmarli senza fastidi.

Bere molto

È fondamentale idratare la pelle, ma ciò dovrebbe avvenire non solo tramite olii e prodotti vari. Gli esperti consigliano infatti di bere molto, almeno 2 litri di acqua al giorno, per consentire alla cute di rinforzarsi e di opporre maggiore resistenza al freddo e al vento pungente. Sebbene quindi durante l’inverno lo stimolo a bere sia minore rispetto alla stagione estiva, è bene non dimenticare di idratarsi con regolarità. L’inverno può essere una stagione estremamente stressante per la pelle, ma sapendo come difenderla si può avere comunque una cute sempre perfetta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *