Le nuove Perfuming Pen di Mugler: fragranze scritte a mano

3 ottobre 2018 • Beauty

Un rituale antico

Introdotto dagli Egizi e presto ampiamente adottato da diverse popolazioni del Mediterraneo, il rito del profumo ha origini che possono essere fatte risalire a circa 5000 anni fa, come attestano alcuni ritrovamenti di cosmetici nei pressi di Luxor. Quella dei profumi è dunque un’usanza antichissima, che ha inizio con prodotti dalla base oleosa a cui vengono aggiunti aromi vegetali, le sostanze che ne determinano appunto la profumazione. Nonostante l’uso del profumo abbia parvenze universali, con ricette ed ingredienti che si replicano, la specifica gestualità che ne accompagna il consumo, così come i significati che vi si attribuiscono, risultano unici, estremamente intimi e personali. D’altronde, se per alcuni il profumarsi rappresenta un semplice piacere quotidiano, per altri assume le sembianze di una vera e propria cerimonia pregna di significato. A riguardo, noti sono gli aneddoti legati ai rituali di alcune dive del cinema. Da Marilyn Monroe che era solita coricarsi a letto indossando soltanto qualche goccia di Chanel n.5, all’altrettanto bella Ava Gardner, che dopo le infervorate liti col consorte, Frank Sinatra, vaporizzava sulle scale del proprio appartamento alcune note di Mitsouko di Guerlain, quasi a sancire una pacifica riconciliazione.

Penne profumate Mugler rivoluzionano l’universo della parfumerie

Con il lancio delle Perfuming Pen, il brand Mugler sembra oggi inaugurare una nuova stagione nel mondo dei profumi. I successi della maison, Angel, Alien e Aura Mugler abbandonano così i loro flaconi vaporizzatori, oggetti scultorei ma alquanto ingombranti, per trasformarsi in mine retraibili, racchiuse in penne dal design contemporaneo. Accessori leggeri e moderni, in tre varianti colore, uno per ogni fragranza, dai bagliori metallici. Un’inedita reinterpretazione dei concréte de parfum, cere profumate apparse nell’industria della parfumerie all’inizio del XX secolo. Oggi, grazie all’innovativo formato, risultano perfette per essere portate sempre con sé, infilate in borsa o in tasca. Le Perfuming Pen presentano inoltre altri vantaggi, essendo del tutto incolori, prive di sostanze grasse ed alcool. Con piccoli tocchi nei punti giusti è possibile rinnovare all’istante sulla pelle le note sensuali dell’universo Mugler, riscrivendo una nuova avventura olfattiva!

 

di Vittoria Ferrero

[ssba]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *